La premier compatta la maggioranza e accelera. Per scindere i percorsi di pubblici ministeri e giudici serve una riforma costituzionale, ma già si sta ragionando a un calendario serrato

Articolo proveniente da Huffington Post Italia