• Sab. Mag 28th, 2022

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Ossezia del Sud, ‘nuovo’ fronte di Putin: ok dei separatisti della Georgia a referendum di adesione alla Russia

DiRed Viper News Manager

Mag 14, 2022

Per Vladimir Putin si apre un nuovo fronte politico, favorevole. L’Ossezia del Sud, la regione separatista filo-russa della Georgia,  sempre più determinata a unirsi a Mosca.

Il prossimo 17 luglio è infatti in programma un referendum per l’annessione ufficiale alla Russia. A comunicarlo è stato Anatoly Bibilov, attuale presidente dell’autoproclamata Repubblica, che ha firmato il decreto che stabilisce la data per le consultazioni.

Bibilov, che il prossimo 21 maggio sarà sostituito alla guida della Regione da Alan Gagloyev, si è detto “guidato dal desiderio storico del popolo della Repubblica dell’Ossezia del Sud per la riunificazione con la Russia”.

Ovviamente non si è fatta attendere la ferma reazione georgiana, col ministro degli Esteri David Zalkaliani che già nelle scorse settimane aveva ricordato che un eventuale referendum sull’adesione dell’Ossezia del Sud alla Russia non avrebbe alcun valore legale durante l’occupazione.

Un termine, occupazione, non utilizzato a caso. L’Ossezia del Sud, regione che conta circa 50mila abitanti, è riconosciuta come indipendente dal 2008 solo da Russia, Siria, Venezuela, Nauru e Nicaragua.

Mosca di fatto esercita il controllo diretto sulla regione separatista da 14 anni, al termine di una breve ma sanguinosa guerra con la Georgia, al termine della quale Tskhinvali si è autoproclamata Repubblica indipendente. 

L’articolo Ossezia del Sud, ‘nuovo’ fronte di Putin: ok dei separatisti della Georgia a referendum di adesione alla Russia proviene da Il Riformista.