• Mer. Dic 1st, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

I vaccini hanno evitato 22mila morti e 445mila contagi in Italia

Nurses prepare the third dose of Pfizer anticovid vaccine before being injected to healthcare personnel at the Cozzoli vaccination hub in Molfetta on November 24, 2021.
From 23 November morning, even in Puglia, all over 40s can get vaccinated with the third anti Covid dose if at least six months have passed since the administration of the second or only dose.
The Region, to speed up the vaccination campaign, has decided to give the possibility to show up in the hubs even without a reservation.
The day of Wednesday 24 November was dedicated to the over 40s who are among health workers, law enforcement agencies and teachers. (Photo by Davide Pischettola/NurPhoto via Getty Images)

Oltre 22mila sono le vite che i vaccini hanno risparmiato. A dimostrarlo è uno studio dell’Istituto Superiore di Sanità pubblicato su Eurosurveillance che mostra come siano stati evitati in Italia 445mila casi, 79mila ricoveri e quasi 10mila ammissioni nelle terapie intensive, con un effetto più pronunciato a luglio e agosto, quando si è raggiunta una copertura superiore al 60% nelle fasce sopra i 20 anni. 

Delle 22mila morti evitate il 71% è negli over 80. Questo, spiega l’Iss, è dovuto al fatto che è stata “la prima fascia di età a raggiungere alte coperture oltre a quella a maggior rischio di morte per Covid”. Le percentuali proseguono con il 18% di decessi evitati nella fascia 70-79, l′8% nella 60-79 e il 2% negli under 60, gli ultimi ad essere vaccinati. Senza i vaccini il tasso di ricoveri ordinari atteso sarebbe stato di 1592 ogni 100mila abitanti negli over 80, 871 per la fascia 70-79, 595 per i 60-79 e 214 per gli under 60, mentre quelli osservati sono stati rispettivamente 886, 618, 421 e 163. 

Numeri in linea con lo studio internazionale dell’Oms condotto insieme al centro europeo per la prevenzione e in controllo delle malattie (Ecdc) in cui per gli over 60 si evidenziano 35mila morti evitate in Italia per il periodo dicembre 2020-novembre 2021. E anche a livello europeo le stime corrispondono, anche se lo studio anche considera una popolazione più ampia includendo persone over 12: nei primi nove mesi dell’anno i vaccini anti Covid hanno evitato oltre 22mila decessi fino a settembre, contro i 35mila stimati dall’Oms fino a novembre.

Articolo proveniente da Huffington Post Italia