• Mer. Dic 1st, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Voto di scambio e camorra, 25 rinvii a giudizio a Napoli: a processo Lanzotti

DiRed Viper News Manager

Ott 21, 2021

Sono 25 i rinvii a giudizio nell’ambito dell’inchiesta condotta dalla Procura di Napoli sul voto di scambio per le elezioni comunali del 2016. Questa la decisione del giudice dell’udienza preliminare Giovanni Vinciguerra nei confronti di politici e persone ritenute legate al clan della Vanella Grassi di Secondigliano. A processo, che prenderà il via il 21 dicembre, anche Stanislao Lanzotti, all’epoca dei fatti capogruppo di Forza Italia nel consiglio comunale di Napoli e oggi fondatore della Lista Azzurri per Napoli che ha sostenuto (eleggendo due consiglieri) il neo sindaco Gaetano Manfredi nelle recenti elezioni.

Rinviati a giudizio anche i senatori Salvatore Marano e Antonio Milo, mentre Michele Schiano di Visconti, attuale capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio regionale, ha scelto il rito abbreviato. Nelle indagini condotte dai sostituti procuratori Maurizio De Marco e Henry John Woodcock, e che coinvolsero 82 persone, le accuse sono di voto di scambio e ricettazione aggravati dalla finalità mafiosa.

Per i pm sarebbero stati promessi denaro, agevolazioni di vario tipo e anche posti di lavoro in cambio di voti e pacchetti di voti per determinati candidati che dovevano passare il turno ed essere eletti consiglieri a Napoli o nelle Municipalità.

L’articolo Voto di scambio e camorra, 25 rinvii a giudizio a Napoli: a processo Lanzotti proviene da Il Riformista.