• Sab. Ott 16th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Viviana e Gioele, Daniele Mondello mostra i pantaloncini del figlio: “Crivellati di buchi e insanguinati”

DiRed Viper News Manager

Ott 14, 2021

Daniele Mondello non crede all’ipotesi dell’omicidio suicidio e pubblica una foto con i pantaloncini del figlio Gioele “crivellati” di buchi. Scrive proprio così: “Crivellati”, 14 buchi. L’uomo e dj ha perso la moglie di 43 anni e il figlio, un bambino di quattro anni, nella tragedia dell’estate del 2020 in Sicilia, nelle campagne di Caronia. Il caso tenne con il fiato sospeso gli italiani per giorni. Un volontario trovò il corpo del bambino, come quello della madre straziato.

“Oggi siamo andati al tribunale di Patti per ritirare – a pagamento – l’ennesimo CD – ha scritto Mondello su Facebook postando la foto – Nell’immagine: pantaloncino di Gioele, crivellato di buchi (ne ho contati 14). Sul suo corpo: un ciuffo di peli di cane (non identificato). A voi le conclusioni”. E infatti in tanti, tantissimi si stanno lanciando in commenti, osservazioni e analisi del reperto. Mondello stesso continua a scrivere anche lui nei commenti: “Sangue”, cerchiando delle macchie sui pantaloncini, e “vedere questi pantaloncini … Vedere la maglietta a brandelli … Mi fa venire la pelle d’oca. Mi fa stare malissimo. Se c’è veramente un Dio … allora ti chiedo di farmi trovare la verità per favore”.

La Procura parla di ipotesi omicidio-suicidio. Lo scorso luglio il Procuratore di Patti Angelo Vittorio Cavallo aveva presentato richiesta di archiviazione per il caso. La tesi dell’accusa è che dopo un incidente in galleria, sull’Autostrada Messina-Palermo, Parisi sarebbe prima scappata nei boschi e poi avrebbe ucciso il figlio Gioele prima di suicidarsi lanciandosi da un traliccio. La “tesi più probabile e fondata” per gli inquirenti e corroborata dalle relazioni di un’equipe di 11 esperti che hanno analizzato rilievi scientifici, autoptici e psicologici della 43enne.

“Non ha alcun fondamento valido” la tesi dei legali del marito di Viviana Parisi che la donna e Gioele sarebbero morti asfissiati in un pozzo alto mezzo metro secondo la Procura di Patti (Messina), come ha scritto nella richiesta di archiviazione in replica agli avvocati di Daniele Mondello. “I corpi di Viviana e Gioele, successivamente, sarebbero stati prelevati ed estratti dal pozzo, dopo la loro morte, da parte di  soggetti sconosciuti, tramite l’utilizzo di un qualche strumento (forcipe o altro). Tali soggetti, dopo avere prelevato  il corpo di Viviana dal pozzo, avrebbero collocato il suo cadavere ai piedi del traliccio, così operando un vero e proprio ‘depistaggio’“. Una ricostruzione che per il procuratore Angelo Vittorio Cavallo non ha alcun fondamento.

La famiglia della donna e Mondello hanno sempre rigettato la ricostruzione ritenuta più credibile dagli inquirenti. Mondello ha sempre contestato la decisione della Procura, parla di un finale sbagliato che si è voluto dare a questa storia. È difeso dagli avvocati Pietro Venuti e Claudio Mondello. Attesa intanto per l’esito della richiesta di archiviazione, che dovrebbe arrivare la settimana prossima.

L’articolo Viviana e Gioele, Daniele Mondello mostra i pantaloncini del figlio: “Crivellati di buchi e insanguinati” proviene da Il Riformista.