• Mar. Ott 26th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Cinesi rilevano una azienda italiana di droni militari, interviene la Guardia di Finanza

An officer of the municipal police pilots a DJI Mavic 2 Enterprise drone equipped with a thermal sensor for checking people's temperature on April 9, 2020 in Treviolo, near Bergamo, Lombardy, during the country's lockdown aimed at stopping the spread of the COVID-19 pandemic, caused by the novel coronavirus. (Photo by Miguel MEDINA / AFP) (Photo by MIGUEL MEDINA/AFP via Getty Images)

Violazione della legge sulla movimentazione di materiali di armamento e possibili violazioni della normativa cosiddetta “golden power” che tutela le aziende italiane strategiche. Sono i reati contestati dalla Guardia di finanza di Pordenone a una azienda italiana che produce droni militari, aeromobili e veicoli spaziali la cui maggioranza – hanno accertato le indagini – è stata rilevata, attraverso una società offshore, da due importanti società statuali cinesi. L’azienda fornisce tra l’altro le forze armate italiane, è dunque soggetta a specifici controlli e vigilanza.
La Gdf ha denunciato 6 manager (3 italiani e 3 cinesi).

Articolo proveniente da Huffington Post Italia