• Mer. Ott 27th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Medici e infermieri, in 400 sono no vax: “Tra 5 giorni la sospensione per chi è giustificato”

L’indagine dell’Asl Napoli1 per scovare chi tra medici, infermieri e personale sanitario non è vaccinato è iniziata poche settimane fa e ha fatto emergere che ben 567 dipendenti  — tra cui medici, infermieri, operatori socio sanitari e impiegati amministrativi — non risultano vaccinati.

Per questo folto gruppo di no vax è scattata la procedura disciplinare, così come previsto dalla legge, previa verifica di compatibilità delle motivazioni che avrebbero impedito loro di vaccinarsi. Al termine della fase di controllo, è risultato che sono all’incirca 400 coloro che rischiano la sospensione. Infatti 43 hanno addotto motivazioni tali da non rientrare nell’obbligo vaccinale; 291 dipendenti della Azienda sanitaria di Napoli Centro risiedono nel territorio di competenza di altre Asl e quindi si è in attesa della documentazione relativa.

Altra storia per i 233 i residenti a Napoli: per 48 di essi “è in corso di accertamento buon fine notifica”, vale a dire che si attende di completare la ricognizione; 75, nel frattempo, si sono vaccinati; 19 hanno aderito alla campagna vaccinale e sono stati convocati per venerdì 3 settembre; inoltre, per 22 dipendenti “sono state accolte le relative giustificazioni” e per 33, di cui finora non si è ottenuto alcun riscontro alla prima sollecitazione inoltrata, “si sta procedendo ad invitare formalmente gli interessati a sottoporsi alla somministrazione del vaccino anti SARS-CoV-2 comunicando l’avvenuta vaccinazione entro 5 giorni dalla notifica, in mancanza si procederà ai sensi di quanto disposto dal comma 6 art. 44 D.L. 44/2021”, dunque alla sospensione.

Infine, per 36 operatori sanitari della Asl Napoli 1 Centro “le giustificazioni prodotte non sono state ritenute accoglibili” pertanto anche per costoro “si sta procedendo ad invitare formalmente gli interessati a sottoporsi alla somministrazione del vaccino anti SARS-CoV-2 comunicando l’avvenuta vaccinazione entro 5 giorni dalla notifica” altrimenti saranno sospesi. Insomma, nelle prossime ore il quadro della situazione sarà più chiaro per comprendere quanti tra medici, infermieri, operatori sanitari e dipendenti amministrativi finiranno per essere sanzionati perché non hanno voluto fare il vaccino.

Secondo i dati appena trasmessi dall’Asl Napoli 1, per il momento, a essere sfuggiti al vaccino sono per lo più le professioni sanitarie, come infermieri, tecnici e amministrativi, rispetto ai medici.

L’articolo Medici e infermieri, in 400 sono no vax: “Tra 5 giorni la sospensione per chi è giustificato” proviene da Il Riformista.