• Ven. Ott 22nd, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Cos’è il Moige, l’associazione contro Lino Banfi e il suo “Porca Puttena”

Niente più “Porca Puttena”, “lede il diritto dei minori”. Il Moige rivendica una vittoria che Tim non gli riconosce: negli spot dell’azienda di telefonia mobile non compare più la frase pronunciata da Lino Banfi, che inveiva contro la parabola mal funzionante, impedendo la visione della partita. Un’imprecazione in uno scenario del genere può risultare abbastanza plausibile, ma per il MOvimento Italiano GEnitori non era il caso suggerirlo in televisione, in orari in cui anche i minori si trovano di fronte allo schermo. Rimozione richiesta e (apparentemente) ottenuta. Anche se Tim precisa che “non risulta nessun provvedimento del Giurì dell’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria o del Comitato Media e Minori e che pertanto non vi è stata nessuna censura. La diffusione degli spot previsti a supporto dell’offerta calcio sta proseguendo secondo quanto pianificato lo scorso luglio”.

Ma cos’è il Moige? Nata nel 1997, l’associazione per la protezione dei minori è  impegnata in ambito sociale ed educativo per la protezione dei minori, che ritiene “minacciati dalla pedofilia, dal bullismo o da spettacoli televisivi violenti e volgari”, e per la tutela dei diritti dei genitori. L’associazione prende forma per l’iniziativa di Maria Rita Munizzi e Antonio Affinita e poi di un gruppo di genitori che si posero l’obiettivo di costituirsi come mediatori fra i genitori stessi e gli enti pubblici e privati. 80mila i genitori sul network. 

Non solo Lino Banfi. Nel corso della sua attività sono stati diversi i soggetti contro cui l’associazione ha intentato delle azioni. Tra gli altri, ha richiesto la censura dello spot televisivo in cui compare il pornoattore Rocco Siffredi, che ammiccava in telecamera sponsorizzando una nota marca di patatine, forte del fatto di “averle provate tutte”. Un’altra campagna pubblicitaria che il Moige ha chiesto e ottenuto fosse censurata è quella realizzata da Oliviero Toscani per la marca di abbigliamento Ra-Re, giudicata volgare: nelle foto comparivano coppie omosessuali. L’associazione si è espressa inoltre contro la programmazione della serie TV Will & Grace e ha attivamente operato per impedire la programmazione di Eyes Wide Shut, ultima pellicola di Stanley Kubrick, . Numerose volte il Grande Fratello è finito nel suo mirino. 

Di tagli e modifiche sono rimasti vittima anche numerosi anime giapponesi, come Sailor Moon, Dragon Ball e One Piece. Sailor Moon è stato considerato dal Moige come portatore di “confusione sull’orientamento sessuale degli spettatori”. Italia 1 ha spostato I Griffin in seconda serata e la serie è stata inoltre censurata, tagliando molte scene, e in qualche caso, anche interi episodi. L’associazione porta avanti anche campagne sul bullismo, i disturbi dell’alimentazione, l’importanza dei vaccini e numerose altre attività.

Articolo proveniente da Huffington Post Italia