• Dom. Ott 17th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Raggi, fuochi d’artificio per la cena elettorale e i romani pagano 28mila euro

DiRed Viper News Manager

Ago 29, 2021

Lo spettacolo pirotecnico inizialmente programmato per la sera di Ferragosto al pontile di Ostia è stato posticipato al 31, davanti al ristorante dove si svolgerà la cena elettorale di Virginia Raggi. Il costo per il X municipio? 28mila euro, una cifra ragguardevole per l’evento di autofinanziamento della campagna elettorale della sindaca uscente e del candidato presidente del municipio.

Un fine cena scoppiettante incorniciato da una ventina di minuti di fuochi d’artificio sparati da piattaforme messe in acqua. L’evento organizzato dal comitato della sindaca è per lanciare il neo candidato a presidente municipale Alessandro Ieva. L’appuntamento, a partire dalle ore 19,30 è al ristorante ‘Zi Catarì’ di via Geraldini 6, di fronte alla rotonda Colombo.

Lo spettacolo pirotecnico era destinato al tradizionale appuntamento di Ferragosto, “inizialmente previsto a terra presso il Pontile di Ostia piazza dei Ravennati” si legge nell’atto con il quale il X municipio autorizza l’operazione. Il costo iniziale sarebbe dovuto essere di 15mila euro più iva, invece il 19 agosto il Vice Presidente del Municipio Roma X (Alessandro Ieva n.d.r.) conferma la volontà politica di utilizzare i fondi restanti disponibili per la cultura per la realizzazione dello spettacolo pirotecnico per il 31 agosto 2021 presso lo specchio acqueo antistante Piazzale Cristoforo Colombo/Fontana dello Zodiaco”. La stessa sera e lo stesso posto della cena elettorale.

Così – secondo quanto ricostruito da Canale10 – il 23 agosto la Direzione Socio Educativa del X Municipio firma l’affidamento diretto dell’evento e il relativo compenso di 22.500 euro più iva al 22%: totale 27.450 euro. Il municipio sembra che si sia mosso nei limiti della legge, rimane in dubbio il modus operandi, l’opportunità politica di offrire uno spettacolo con soldi pubblici ad un evento privato di propaganda elettorale di un partito che ha fatto della sua onestà un principio fondante.

L’articolo Raggi, fuochi d’artificio per la cena elettorale e i romani pagano 28mila euro proviene da Il Riformista.