• Mar. Ott 26th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

L’uragano Ida spaventa New Orleans, migliaia di evacuati

US President Joe Biden speaks during a virtual briefing by Federal Emergency Management Agency officials on preparations for Hurricane Ida, in the South Court auditorium of the White House in Washington, DC, on August 28, 2021. - Authorities in Louisiana and elsewhere on the US Gulf Coast issued increasingly dire sounding warnings Saturday as Hurricane Ida, a storm expected to pack powerful 130mph (209kph) winds, moved with unexpected speed toward the New Orleans area. (Photo by SAUL LOEB / AFP) (Photo by SAUL LOEB/AFP via Getty Images)

New Orleans trema per l’arrivo di Ida. Dopo essersi abbattuto su Cuba, l’uragano si muove rafforzandosi verso le coste della Louisiana dove è atteso domenica con categoria 4, proprio nel giorno del 16esimo anniversario di Katrina, l’uragano più letale della storia americana.

Con venti previsti fino a 200 chilometri all’ora, Ida rischia di spazzare via e rendere inabitabili aree costiere dello Stato “per settimane o mesi”, ha messo in guardia il National Weather Service, l’agenzia governativa per le previsioni meteorologiche.

“Ida è estremamente pericoloso”, hanno avvertito all’unisono l’Hurricane Center e il presidente Joe Biden, che ha esortato la popolazione a fare attenzione e prepararsi. La sindaca di New Orleans, LaToya Cantrell, parla di “drammatica minaccia” e ha invitato i residenti a lasciare la città o a prendere tutte le precauzioni possibili. “Evacuazioni volontarie sono in corso ma il tempo non è dalla nostra parte e a questo punto non possiamo ordinare più evacuazioni obbligatorie”, ha detto, spiegando che farlo creerebbe ulteriori ingorghi sulle strade complicando i soccorsi nel caso in cui le cose dovessero precipitare repentinamente.

Nella città i preparativi sono in corso: i negozi hanno blindato le vetrine con il legno, i supermercati sono presi d’assalto, le case messe al sicuro come possibile, i turisti rispediti a casa. Il Quartiere Francese, cuore di New Orleans, è deserto mentre il sole ancora splende. Fra i residenti la paura è molta.
Il fatto che Ida sia attesa nel giorno dell’anniversario di Katrina non è visto come un buon segnale. A questo si aggiunge l’uragano sta prendendo forza ed è previsto toccare terra con categoria 4: Katrina, che era di categoria 3, fece oltre 1.800 morti causando danni per miliardi di dollari. Il tutto senza contare il Covid, che espone la popolazione ad ulteriori rischi.

Biden segue dalla Casa Bianca temendo il peggio, ovvero il ripetersi dell’incubo George W. Bush, l’ex presidente al bivio fra la guerra in Afghanistan che aveva avviato in risposta all′11 settembre e sommerso dalle critiche per la debacle su Katrina. Il presidente ha sentito il governatore della Louisiana e fatto il punto con la Federal Emergency Management Agency, ricevendo rassicurazioni sui preparativi. La protezione civile ha infatti riferito di aver già posizionato nell’area del Golfo del Messico generatori di energia elettrica, cibo e acqua in modo di essere da subito pronta a rispondere a un’eventuale emergenza. L’ulteriore timore è che Ida si muova lentamente a terra: questo significherebbe piogge più intense e quindi un più alto rischio di inondazioni soprattutto a New Orleans, che resta vulnerabile nonostante gli investimenti miliardari seguiti a Katrina. 

Articolo proveniente da Huffington Post Italia