• Dom. Ott 24th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Nelle mani dei talebani lista delle persone da evacuare. Biden: “Non ho certezze”

Funzionari statunitensi a Kabul hanno fornito ai talebani un elenco di nomi di cittadini statunitensi e di collaboratori afgani a cui avrebbero dovuto consentire l’ingresso nel perimetro esterno dell’aeroporto della città per essere evacuati. Lo scrive il sito statunitense “Politico”, sottolineando che si è trattato di una scelta che ha suscitato indignazione da parte di legislatori e funzionari militari Usa. “Fondamentalmente, hanno messo tutti quegli afgani su una lista della morte”, ha detto un funzionario della Difesa in condizione di anonimato. “E’ semplicemente spaventoso e scioccante”, ha aggiunto.

Ancora più scioccante, se possibile, è la risposta data ieri sera dal presidente Joe Biden in conferenza stampa. Biden ha affermato di “non avere certezza” che esistesse una lista delle persone da evacuare dall’Afghanistan.

La questione è emersa durante un briefing riservato al Campidoglio all’inizio di questa settimana, fattosi particolarmente acceso dopo che i massimi funzionari dell’amministrazione del presidente hanno difeso la volontà di coordinamento con i talebani. A detta del governo era il modo migliore per proteggere gli statunitensi e gli afgani e prevenire una guerriglia tra i combattenti talebani e le migliaia di truppe statunitensi di stanza all’aeroporto. Dopo la caduta di Kabul, nei primi giorni dell’evacuazione, il team di coordinamento militare e diplomatico statunitense dell’aeroporto ha fornito ai talebani un elenco di persone che gli Stati Uniti intendevano evacuare. Quei nomi includevano gli afgani che hanno prestato servizio a fianco degli Stati Uniti durante gli ultimi vent’anni e hanno chiesto visti di immigrazione speciali. Sono stati elencati anche i cittadini statunitensi e quelli con doppia cittadinanza.

Articolo proveniente da Huffington Post Italia