• Mar. Ott 26th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Il servizio del Tg2 sulla Cina e la polemica di Anzaldi: “Propaganda da far impallidire Istituto Luce”

DiRed Viper News Manager

Ago 27, 2021

Il notiziario sul secondo canale Rai diretto da Gennaro Sangiuliano ha trasmesso nelle edizioni dell’una e delle 20.30 di ieri, 26 agosto, un servizio a firma della corrispondente in Cina Giovanna Botteri. Il focus era incentrato sull’introduzione obbligatoria di studio del ‘pensiero’ del segretario generale del Partito Comunista Cinese Xi Jinping dalle elementari all’università.

Il servizio della Botteri comincia con l’elenco dei primi tre punti su cui si fonda questa nuova dottrina: “Rispetto per l’ambiente, un’agricoltura al passo con l’industria e il patriottismo” da recuperare, perduto dopo anni di rincorsa ad un modello capitalistico occidentale che “ha lasciato i giovani cinesi smarriti”. Certo, alcuni appellativi fanno un po storcere il naso come “il nuovo grande timoniere” oppure quando nel finale si giustifica la rimozione di alcuni deputati da Hong Kong “perché non hanno dimostrato sufficiente fedeltà a Pechino”.

“Un pezzo che racconta una Repubblica Popolare che ha si lati positivi ma anche negativi, come per ultimo il caso dell’esportazione degli organi dai carcerati” racconta al Riformista l’onorevole di Italia Viva Michele Anzaldi, Segretario della commissione vigilanza Rai, che ha alzato il polverone mediatico pubblicando sulla sua pagina Facebook il servizio integrale commentando così: “Incredibile servizio agiografico al Tg2 sul capo del regime cinese Xi Jinping, con tanto di giustificazione della repressione a Hong Kong: da far impallidire l’Istituto Luce, la tv di Stato cinese sarebbe stata più critica. Che c’entra questa propaganda col servizio pubblico Rai?”.

Nulla da recriminare alla giornalista “sulla professionalità della Botteri non ci sono dubbi, come non ci sono dubbi però che quello è un cattivo servizio, fatto male e in un momento drammatico della politica internazionale. Infatti – continua Anzaldi lo stesso Cdr che lo difende chiede di trovare ‘il sottile filo di satira’, ma che vuol dire? Io mentre mangio e faccio altre cose guardo il Tg e non mi accorgo di questo sottile filo di satira di cui parla il Cdr”.

Il riferimento dell’onorevole è alla risposta del Comitato di redazione del Tg2 alle critiche mosse al servizio: ”Ci stupiscono le nuove accuse di agiografia e propaganda rivolte al Tg2 dall’on. Michele Anzaldi, in riferimento ad un servizio andato in onda nelle edizioni delle 13 e delle 20.30 del Tg2 del 26 agosto a firma di Giovanna Botteri. Nel servizio la corrispondente della Rai da Pechino dava conto dell’introduzione del pensiero di Xi Jinping nei programmi scolastici in Cina”. A sottolinearlo è il Comitato di redazione del Tg2. ‘‘Siamo certi che riascoltando il servizio l’on. Anzaldi possa afferrare il raffinato senso di ironia della collega che ha fatto, come sempre, il suo dovere di cornista: raccontare i fatti, senza appesantire la narrazione con giudizi espliciti o personali. Il cdr del Tg2 – in una nota – respinge le accuse rivolte dall’on Anzaldi attraverso i social, prende le distanze anche dai commenti provocati dai suoi post e lo invita a rispettare senza dietrologia il lavoro onesto svolto dai giornalisti che lavorano per questa Testata”

L’articolo Il servizio del Tg2 sulla Cina e la polemica di Anzaldi: “Propaganda da far impallidire Istituto Luce” proviene da Il Riformista.