• Mar. Ott 26th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Farmacista 37enne trovata morta nel trevigiano: la Procura indaga per omicidio

La Procura della Repubblica di Treviso ha aperto un fascicolo con l’ipotesi di reato di omicidio volontario sulla morte, avvenuta due notti fa, della farmacista Serena Fasan, 37enne di Castelfranco Veneto (Treviso).

Si tratta, secondo quanto si è appreso, di un fascicolo aperto oggi come atto dovuto e senza riferimenti a possibili indiziati. La donna era stata trovata in casa esanime dal compagno, senza segni riconducibili a circostanze violente sul suo corpo e nell’abitazione. Poche ore più tardi uno zio della donna si è tolto la vita gettandosi da un ponte. L’evento si ritiene non sia collegato al decesso della donna.

Una risposta agli interrogativi dovrebbe giungere dagli esiti dell’autopsia di Fasan che la magistratura affiderà probabilmente in giornata. I Carabinieri, intervenuti nella casa di Fasan assieme al pubblico ministero e al medico legale, non avevano individuato elementi tali da far pensare ad un’aggressione. non c’erano segni di difesa sulle braccia della vittima né altri indizi di colluttazione. Tracce anomale riscontrate sul collo, che in un primo tempo avevano suggerito l’ipotesi di uno strangolamento, sarebbero invece riconducibili alle energiche manovre di rianimazione praticate dal personale medico, negli inutili tentativi di salvare la donna.

Il corpo dello zio della donna, 55 anni, è stato trovato nelle prime ore di ieri Pieve del Grappa (Treviso), ai piedi di un ponte stradale. E’ da escludere, in base alle ricostruzioni dei suoi movimenti, la possibilità che si sia trovato nello stesso luogo della nipote nelle ore in cui è deceduta.

Articolo proveniente da Huffington Post Italia