• Mar. Ott 26th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Violentata a 12 anni dal vicino, la polizia lo arresta e salva dal linciaggio dei familiari

DiRed Viper News Manager

Ago 23, 2021

Alcuni inequivocabili frammenti dell’orrore sarebbero stati ripresi anche nel video di un cellulare e l’uomo è stato fermato e in attesa di convalida. Siamo nel quartiere Pilastro, alla periferia nord est di Bologna in uno degli appartamenti Acer (Azienda Casa Emilia-Romagna). L’accusa per un trentenne abitante delle case popolari è di quelle che hanno creato tensione per tutto il fine settimana: stupro ai danni di una 12enne.

Agli occhi del padre la bambina aveva dei comportamenti inusuali ed era giù di corda. Quindi ha cominciato ad incalzarla con diverse domande fino a che il peso dell’orrore non è stato più sostenibile. Lei ha confessato di aver subito qualche giorno prima violenza da un uomo, un trentenne padre di una compagna di scuola della vittima che abita nello stesso quartiere. Così il padre ha radunato una folla di parenti e amici e si è presentato sotto casa del presunto stupratore. Lo hanno trascinato in strada e aggredito dopo avergli chiesto conto di ciò che era successo.

Sono stati alcuni residenti a dare l’allarme per aver visto un assembramento in strada, dovuto ai parenti della vittima. I poliziotti, dopo essere riusciti a strappare il 30enne dall’ira della folla, hanno faticato non poco per ricostruire gli eventi. In base ai racconti sembra che la violenza sia avvenuta nella casa di lui. Arrivati a casa del sospettato, l’uomo è stato convinto con la forza a scendere le scale, finendo poi nelle mani dei parenti, che hanno iniziato a picchiarlo.

Di qui l’intervento della polizia che ha evitato il peggio. Il trentenne è stato fermato e portato in carcere, lunedì mattina è attesa la convalida del fermo. Avrebbe ammesso una frequentazione provando così a giustificarsi. Un caso maturato in contesti familiari da approfondire e da chiarire a cui stanno lavorando gli investigatori della Squadra Mobile di Bologna. Gli animi nel quartiere sono rimasti così accesi che anche la famiglia dell’arrestato in serata avrebbe lasciato la città in una partenza improvvisata, per paura di ritorsioni. Oggi è attesa l’udienza di convalida del fermo dell’uomo.

Immediato il commento di Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia: “Provo sgomento e orrore per quello che è accaduto al Pilastro, dove una dodicenne è stata abusata da un trentenne. Auspico che la giustizia faccia tempestivamente il proprio corso, applicando la massima pena prevista: nessuna tolleranza nei confronti di chi si macchia di simili, indicibili, reati. È altresì doveroso, adesso, che le istituzioni, i servizi sociali, la rete di sostegno, offrano immediatamente il massimo supporto alla giovanissima vittima, affinché possa riappropriarsi presto della sua vita, così terribilmente oltraggiata dal gesto disumano di questo orco”.

L’articolo Violentata a 12 anni dal vicino, la polizia lo arresta e salva dal linciaggio dei familiari proviene da Il Riformista.