• Dom. Ott 17th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Truffa dei tamponi rapidi. Nella fabbrica 30mila test sequestrati e quattro minorenni a lavoro

DiRed Viper News Manager

Ago 23, 2021

Bastava cambiare il bugiardino dalla lingua inglese a quella italiana e le oltre 30mila confezioni dei tamponi rapidi originariamente destinati al mercato olandese sarebbero state vendute nel mercato illegale di Roma.

In un capannone privato in località Monte Casale nel Comune di Rignano Flaminio un uomo di 39 anni e una donna di 72 sfruttavano la manodopera di 38 persone, tutte italiane, compresi quattro minorenni, per trasformare tamponi destinati al mercato olandese con foglietto esplicativo scritto in inglese in prodotti da commercializzare invece sul mercato italiano semplicemente sostituendo il documento in lingua italiana.

All’operazione hanno preso parte i carabinieri della compagnia di Bracciano insieme con il Nas dell’Arma che hanno perquisito la struttura e identificato tutte le persone. I due indagati per “tentata frode in commercio di tamponi rapidi per l’individuazione Covid-19”, insieme a un 44enne, sono anche accusati di aver impiegato manodopera abusiva e peraltro di minore età.

Si indaga ora per scoprire i canali di vendita sul territorio romano e nazionale dei tamponi visto che ne sono stati sequestrati più di 17mila ancora con bugiardino in olandese e altri 12.000 già pronti in italiano. Inoltre sono stati trovati sacchi pieni di altri foglietti in inglese.

L’articolo Truffa dei tamponi rapidi. Nella fabbrica 30mila test sequestrati e quattro minorenni a lavoro proviene da Il Riformista.