• Mar. Ott 26th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Xi Jinping rilancia la prosperità comune, “i ricchi diano di più”

Chinese President Xi Jinping holds a virtual summit with French President Emmanuel Macron and German Chancellor Angela Merkel in Beijing, capital of China, July 5, 2021. (Photo by Huang Jingwen/Xinhua via Getty Images)

La Cina si concentrerà sulla ricchezza moderata per tutti, piuttosto che su quella per pochi, incoraggiando la fascia più ricca a restituire di più alla società, in linea con le politiche che secondo gli analisti sarebbero alla base dell’ultima stretta normativa sulle società tecnologiche. Il presidente Xi Jinping, presiedendo ieri il decimo meeting della Commissione centrale per gli affari finanziari ed economici, ha riaffermato la necessità di promuovere la “prosperità comune” e l’importanza degli sforzi nel perseguire lo sviluppo di alta qualità e il coordinamento del lavoro al fine di evitare i principali rischi finanziari.

Nel suo primo evento pubblico da fine luglio, Xi, dopo il periodo di silenzio in cui i leader cinesi hanno di solito discussioni riservate in un resort a Beidaihe, a circa tre ore di auto da Pechino, ha affermato che la prosperità comune è “un requisito essenziale del socialismo e una caratteristica chiave della modernizzazione in stile cinese”. Nel resoconto dei media ufficiali, il presidente, chiedendo di aderire allo sviluppo incentrato sulle persone, ha sollecitato il raggiungimento della “prosperità comune perseguendo al contempo lo sviluppo di alta qualità”.

Notando che la finanza è il fulcro dell’economia moderna, Xi ha sottolineato che “gli sforzi per respingere i principali rischi finanziari dovrebbero essere coordinati in linea con principi di mercato e stato di diritto”. L’incontro ha puntato l’attenzione “sul ragionevole aggiustamento dei redditi eccessivi e sull’incoraggiamento a gruppi e imprese ad alto reddito per restituire di più nella società”.

La disparità di reddito tra gli 1,411 miliardi di cinesi è aumentata negli ultimi decenni: il 10% più ricco della popolazione ha guadagnato il 41% del reddito nazionale nel 2015, rispetto al 27% del 1978, secondo le stime pubblicate nel 2019 dal Nobel per l’economia Thomas Piketty. Metà della popolazione a basso reddito, invece, ha visto la sua quota scendere a circa il 15%, dal 27% circa del 1978.

Articolo proveniente da Huffington Post Italia