• Sab. Ott 23rd, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Verona in un weekend

Piazza dei Signori

Il centro storico e i monumenti principali
La conosciamo tutti come la città di Romeo e Giulietta, poiché è qui che Shakespeare ha ambientato la tragedia più celebre di ogni tempo; tuttavia, Verona è molto altro, una Signoria scaligera che fu anche capitale dei Goti, vide il dominio dei Longobardi e poi quello dell’impero carolingio. Tante contaminazioni da parte di popoli diversi fanno sì che il centro storico, seppur sufficientemente piccolo da poter essere visitato a piedi nell’arco di una giornata, offra un’immensa vastità di chiese, palazzi, piazze e altri punti di interesse da vedere. Tra i luoghi sacri, il Complesso della Cattedrale ), intitolata a Santa Maria Assunta, comprende anche San Giovanni in Fonte, Sant’Elena e il suggestivo Chiostro dei Canonici: da segnalare, nello specifico, lo splendido portale del Duomo e, all’interno, l’Assunta di Tiziano; a fianco della chiesa non vanno dimenticati il Battistero e gli scavi archeologici di Sant’Elena. Altro sito di culto di incredibile bellezza è poi la Basilica si SantaAnastasia), un tripudio di
raffinati affreschi, nonché magistrale esempio di gotico italiano. Segnaliamo infine la celebre Basilica di San Zeno– una delle migliori chiese romaniche esistenti in Italia, in cui è peraltro conservato un meraviglioso trittico del Mantegna – e la Chiesa di San Fermo  in riva all’Adige, in località Ponte Navi.

 

Piazza Santa Anastasia

Il cuore pulsante della città è invece costituito da Piazza delle Erbe), dove troverete ad accogliervi un vivace mercato, ristoranti, bar e locali da aperitivo; da qui si raggiungono facilmente la Casa di Giulietta, la famosa Torre dei Lamberti), su cui consigliamo di salire, per poi spostarsi a Piazza dei
Signori,), altro punto di ritrovo fondamentale di Verona. Per concludere il breve – e per necessità editoriali non esaustivo – tour del centro cittadino, manca da vedere Piazza Bra, da cui si può osservare l’ineguagliabile scenario dell’Arena di Verona.

 

Lungadige di Verona

Il lungadige

La particolarità della città vecchia è quella di essere delimitata dal fiume Adige, che scorre tutto attorno alle antiche mura, permettendo così di ammirarla da più punti strategici attraverso una semplice e corroborante passeggiata. I punti di accesso più noti sono il Ponte Pietra e il Ponte di Castelvecchio. Mentre il primo è il più antico di Verona e conserva ancora la tipica forma ad archi di
epoca romana, il secondo fu realizzato a metà del Trecento e faceva parte della grande fortezza scaligera, in cui oggi è allestito il Museo di Castelvecchio; considerato l’opera più sensazionale del Medioevo veronese, il ponte fu però ricostruito dopo la seconda guerra mondiale. Camminando lungo il fiume si passa accanto a verdeggianti parchi, viali alberati, l’antico Teatro Romano con il museo e, per chi abbia voglia di salire in alto, si può arrivare sino a Castel San Pietro con la funicolare

 

Giardino Giusti

 

Il Giardino Giusti
Eccellenza di Verona è poi il Giardino Giusti, un connubio di storia e natura tale da renderlo uno dei giardini all’italiana più interessanti in tutto il Paese. Risalente alla fine del 1500, fu più volte rimaneggiato e ampliato nel tempo, fino ad
assumere le bellissime fattezze attuali; passeggiandovi, si può scoprire una grande varietà di alberi e piante, perdersi tra le siepi e i sentieri tracciati, fino a raggiungere un delizioso padiglione e il Belvedere, da dove si apre una vista spettacolare sulla città sottostante. Ancora di proprietà della famiglia Giusti, fa parte del circuito dei Grandi Giardini Italiani e nel corso dei secoli ospitò illustri personalità come Cosimo III de’ Medici, Goethe, Mozart, Carlo Felice di Savoia, l’imperatore Giuseppe II. L’amore e la cura impiegati nella manutenzione dell’area consentono di individuare tutti quegli elementi caratterizzanti il giardino del Cinquecento: dai vasi con agrumi alle statue mitologiche, dalle fontane al labirinto, dalle grotte ad alcuni reperti romani. È inoltre possibile visitare gli ambienti interni del palazzo, dove – in quello che ha preso il nome di
Appartamento 900 – è stato allestito un museo alquanto speciale, in cui il verde delle piante si fonde con la mobilia d’epoca, con gli scritti antichi e con i manufatti di vari periodi storici.

 

Lords of Verona

 

Dove soggiornare
Chiudiamo con un suggerimento su dove poter alloggiare per vivere al meglio un weekend romantico nel pieno centro storico. I Lords of Verona hanno realizzato una serie di appartamenti di lusso nella location del tutto privilegiata di un maestoso palazzo affacciato su Piazza dei Signori: già nel XIV secolo, gli Scaligeri accoglievano qui i loro ospiti, proprio come oggi fanno i
proprietari di questa piccola perla dell’hôtellerie italiana. L’ambiente è stato restaurato per poterlo rendere confortevole e chic, senza tuttavia perdere nulla del fascino di un tempo, tanto che è ancora possibile toccare con mano le
mura originarie della torre medievale qui presente. I trentuno appartamenti di diverse tipologie e dimensioni sono dotati di ogni comfort per un soggiorno di una o più notti; tra essi, spicca il Tower Attico, ricavato proprio all’interno della torre, al confine tra i tetti e il cielo.

Articolo proveniente da Huffington Post Italia