• Dom. Ott 17th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Rave party, migranti e mense: tutti all’assalto di Lamorgese

Getty images

Un rave che si allunga per cinque giorni, ma che soprattutto si allunga sul Viminale. Il party “fuori controllo” nel viterbese, il copyright è dell’assessore alla Sanità del Lazio Alessio D’Amato, diventa l’ennesima occasione per Matteo Salvini per alimentare le polemiche contro il ministro Luciana Lamorgese: “Cosa dirà questa volta? Che il dossier è sul tavolo di Draghi o che si aspetta un aiuto dall’Europa?”. E la Lega presenta un’interrogazione in Parlamento. Ma questa volta non sono solo i leghisti ad andare allo scontro, c’è anche una buona fetta di maggioranza che racchiude Pd e Forza Italia.

Dopo la questione migranti, ora i fari sono puntati su Valentano, il comune del Viterbese nei pressi del lago di Mezzano, dove è annegato un ragazzo, e dove sono arrivate cinquemila persone da tutta Europa, alcune delle quali si trovano adesso in ospedale in coma etilico. A destare preoccupazione è la situazione sanitaria dal momento che è già stato registrato anche un caso positivo al Covid e se ne temono altri. I residenti, oltre a contestare la musica a tutto volume, raccontano di aver visto cani morti sotto il sole. Il leader della Lega, quello di Fratelli d’Italia, ma anche il Pd e Forza Italia sollevano dubbi sulla gestione dell’ordine pubblico e tutte le accuse sono rivolte al Viminale. “Lamorgese, dove sei?”, chiede Giorgia Meloni.

Dal canto suo, fonti vicine al ministro garantiscono che Lamorgese, insieme al Capo della Polizia, stia gestendo la trattativa con gli organizzatori affinché entro domani venga liberato il terreno. Il 40% delle persone sarebbe già andato via. Viene spiegato quindi che “le forze di polizia stanno lavorando con grande senso di responsabilità ed equilibrio per ripristinare la legalità nel più breve tempo possibile”. E viene sottolineata la necessità di lasciar operare le autorità provinciali di pubblica di sicurezza “secondo la loro specifica competenza tecnica, professionalità ed esperienza”. In sostanza si starebbe facendo il possibile per non mettere in pericolo la vita delle persone presenti né quella dei poliziotti. “Cosa chiede Salvini? Di fare irruzione e sparare?”, si domanda qualcuno in ambienti di governo: “Sono questioni che vanno gestite con responsabilità e cautela”.

Nonostante questo Salvini insiste per tenere sotto attacco il ministro Lamorgese, proprio nel giorno in cui stanno protestando anche i poliziotti contrari al Green pass obbligatorio per mangiare nelle mense. “Migliaia di persone restano assembrate senza autorizzazione: è uno schiaffo al buon senso e agli italiani che rispettano le regole”, dice il leader della Lega che accusa il Viminale di immobilismo. Anche Giorgia Meloni segnala che il rave prosegue da cinque giorni “tra droga, alcol e illegalità. Nonostante ci sia anche un morto ventiquattrenne, nessuno è ancora intervenuto a sgomberare il campo. Le immagini dell’accampamento allestito alle porte della cittadina, provocano la reazione di Forza Italia. “Il rave party di Valentano si è trasformato in una zona franca inaccettabile”, commenta Annagrazia Calabria. La deputata azzurra sottolinea la necessità di un intervento dello Stato “a tutela della legge e della salute pubblica” perché aggiunge “le regole di prevenzione del Covid non ammettono deroghe”. Anche il Partito democratico, con il deputato Luca Siani, contesta il ministro: “C’è stata una grave inadempienza da parte del Ministero dell’Interno. È inammissibile che da giorni migliaia di giovani stiano vivendo nella totale illegalità con conseguenze drammatiche. Il ministro Lamorgese e il sottosegretario leghista con delega alla pubblica sicurezza Nicola Molteni hanno gravi responsabilità su ciò che è accaduto e sta continuando ad accadere”. La ministra mattarelliana per eccellenza, questa volta, è nel mirino di tutti.

Articolo proveniente da Huffington Post Italia