• Sab. Ott 23rd, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Barricate della Cei sull’eutanasia: “Scegliere la morte è sconfitta dell’umano”

Pope Francis opens the Italian Episcopal Conference's meeting. (Photo by Alessandra Benedetti/Corbis via Getty Images)

La raccolta di firme per il referendum che mira a depenalizzare l’omicidio del consenziente, aprendo di fatto all’eutanasia nel nostro Paese, è giunta all’obiettivo di 500mila e questo ha generato una “grave inquietudine” per la Presidenza della Conferenza episcopale italiana (Cei).

“Chiunque si trovi in condizioni di estrema sofferenza va aiutato a gestire il dolore, a superare l’angoscia e la disperazione, non a eliminare la propria vita” affermano i vescovi. “Scegliere la morte è la sconfitta dell’umano, la vittoria di una concezione antropologica individualista e nichilista in cui non trovano più spazio né la speranza né le relazioni interpersonali”. 

“Non vi è espressione di compassione nell’aiutare a morire”, rileva ancora la Presidenza della Cei. E, citando il “Samaritanus bonus”, la lettera della Congregazione per la Dottrina della fede “sulla cura delle persone nelle fasi critiche e terminali della vita”, approvata da Papa Francesco lo scorso giugno, che condanna ogni forma eutanasica e di suicidio assistito, aggiunge: “il Magistero della Chiesa ricorda che, quando si avvicina il termine dell’esistenza terrena, la dignità della persona umana si precisa come diritto a morire nella maggiore serenità possibile e con la dignità umana e cristiana che le è dovuta”.

Articolo proveniente da Huffington Post Italia