• Mer. Ott 27th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

A Biden serve un’uscita ordinata per non affondare nel pantano afghano

Nel suo discorso alla nazione il presidente americano Joe Biden ha detto chiaramente che non ha rimpianti sulle scelte fatte riguardo all’Afghanistan. Ho preso un impegno con gli americani: mettere fine allimpegno in Afghanistan. Per quanto sia stato difficile e abbia creato problemi e di certo non sia stato perfetto, ho onorato quellimpegno”. 

Chi lo conosce dice che Biden aveva le idee chiare sullAfghanistan già da anni: fin dal 2009 quando era nellUfficio Ovale da vice di Barack Obama. Per questo ha ordinato ai suoi di preparare laddio sin dallinizio della sua presidenza: I talebani lo hanno capito e rapidamente hanno cominciato a prendere possesso del terreno, città dopo città, senza incontrare resistenza. Le cose sono precipitate più velocemente di quello che avevamo previsto, ha ammesso Biden, ma ormai non cera più tempo per cambiare i piani degli americani. E così mentre i pickup dei talebani giravano per le strade di Kabul e gli elicotteri volavano sullambasciata gli americani hanno visto in televisione immagini che non potevano non ricordare quelle della caduta di Saigon. 

 

Biden ha promesso che porterà via migliaia di persone da Kabul nei prossimi giorni: I nostri soldati stanno lavorando per assicurare i voli. Controlliamo il traffico aereo, ha detto, annunciando una mossa che nega ai talebani il controllo dei cieli e fa dellaeroporto di Kabul lultimo lembo di territorio afghano controllato dagli americani.

Con una promessa che è destinata a far salire la tensione con i talebani che controllano le zone intorno allaeroporto, il numero di afghani che cercheranno di arrivare allo scalo è destinato a crescere, dopo che Biden ha promesso che il numero di afghani che potranno lasciare il Paese crescerà, arrivando a comprendere tutti quelli che hanno lavorato per le Ong, lambasciata e i militari americani. Biden ha minacciato i talebani di una dura reazione se attaccheranno gli americani: Difenderemo i nostri con una forza devastante se sarà necessario”.

Mentre gli afghani fuggono in cerca di salvezza, il destino del loro Paese è diventato uno dei temi caldi dellagenda politica americana. Lopposizione accusa lamministrazione di aver portato a una fine umiliante per la più lunga delle guerre americane: sa bene che se anche fosse stata al Governo non avrebbe potuto vincerla, ma usa il rapido avanzamento dei talebani per attaccare Biden. Il presidente però non se ne cura più di tanto: sa bene che la sua scelta troverà consensi fra il 70% degli americani che volevano un ritiro completo dall’Afghanistan.   

Se loperazione di evacuazione del personale che ha lavorato con gli americani procederà senza troppi problemi, lamministrazione riuscirà a superare la crisi interna, nonostante gli attacchi dellopposizione. Ma, sia quel che sia, Biden non sembra destinato a cambiare idea. Sono il quarto presidente americano a guidare la guerra in Afghanistan. Non passerò questa responsabilità a un quinto presidente”.

Articolo proveniente da Huffington Post Italia