• Ven. Ott 22nd, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Coronavirus, 5,696 nuovi contagiati e 15 decessi: la positività sale al 2,3%

DiRed Viper News Manager

Lug 28, 2021

Sono 5.696 i nuovi casi di coronavirus emersi in Italia nelle ultime 24 ore, 15 i decessi. Il dato diffuso dal bollettino quotidiano dell’emergenza del ministero della Salute. Oltre seimila tamponi molecolari e antigenici in più processati rispetto a ieri. Il tasso di positività sale al 2,3%. Il totale delle persone contagiate dall’esplosione della pandemia sale a 4.128.568 mentre quello delle vittime a 128.010. A incidere sull’aumento dei contagi delle ultime settimane la variante Delta, destinata a soppiantare la variante Alfa entro agosto secondo l’Ecdc europeo.

Sono stati 248.472 i tamponi processati nelle ultime 24 ore. Ieri erano stati 241.890 ed erano emersi 4.522 contagiati ed erano state 24 le vittime. Le persone guarite o dimesse sono complessivamente 4.128.568 e 1.827 quelle guarite oggi (ieri erano state 2.418). Gli attualmente positivi in Italia sono in tutto 74.161, pari a 3.851 in più rispetto a ieri (2.074 in più rispetto al giorno prima). Continuano ad aumentare le degenze. I posti letto occupati nei reparti Covid ordinari sono 74 in più (ieri erano stati 99), per un totale di 1.685 ricoverati. I posti letto occupati in terapia intensiva sono 6 in meno, nel saldo tra le persone uscite e quelle entrate in tin. I malati più gravi sono quindi attualmente 183, con 9 ingressi in rianimazione.

Per quanto riguarda le Regioni, quella che registra più contagiati è il Lazio, con 722 nuovi casi, seguita da Lombardia, 720, Toscana, 661, Sicilia, 627, Veneto, 544, Emilia Romagna, 419, Sardegna, 403, Campania, 345, Puglia, 163, Marche, 162, Piemonte, 150. Per quanto riguarda la campagna vaccinale, sono oltre 66 milioni e 694mila le somministrazioni a oggi, più di 31 milioni e 177mila le persone che hanno completato il ciclo, il 57% della popolazione over 12. In Italia quasi 99 morti per Covid 19 su 100 dallo scorso febbraio non avevano terminato il ciclo vaccinale: un dato emerso da un approfondimento contenuto nel report periodico sui decessi dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss).

“La quarta ondata dipende molto da noi— ha spiegato Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto superiore di sanità, intervenendo al webinar L’Italia dei Vaccini — Il virus continua a mutare e circolare e il controllo della diffusione dipenderà da due fattori: dalla capacità di vaccinare e dalla capacità di mantenere le precauzioni che possono rallentare la circolazione virale. La vaccinazione a ciclo completo riduce in maniera spettacolare il rischio di finire in terapia intensiva o di morte, parliamo di ridurre del 95-97% la probabilità che se contrai l’infezione necessiti di un ricovero in rianimazione”.

L’articolo Coronavirus, 5,696 nuovi contagiati e 15 decessi: la positività sale al 2,3% proviene da Il Riformista.