• Dom. Ott 17th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Muore suicida in cella a Sanremo, la denuncia della famiglia: “È stato abbandonato”

DiRed Viper News Manager

Lug 27, 2021

Lo hanno trovato in cella impiccato con un lenzuolo legato alla grata del bagno. Un napoletano di 49 anni, recluso nel carcere di Sanremo, ha deciso di togliersi la vita. Ci aveva già provato 3 giorni fa. Allora polizia penitenziaria e compagni di cella erano riusciti a salvarlo giusto in tempo. Poi lo avevano spostato in un’altra sezione.

Ma la famiglia ha denunciato ai carabinieri che il 49enne “è stato abbandonato, lasciato solo in un momento di grande fragilità”. A denunciarlo è il garante dei detenuti di Napoli, Pietro Ioia. I familiari sono subito corsi dai carabinieri per denunciare l’accaduto e per fare chiarezza su cosa sia successo nelle ultime ore di vita.

A dare la notizia del suicidio in carcere è stata per prima la Polizia Penitenziaria che in una nota ha raccontato che è stato un agente, durante un’ispezione delle celle ad accorgersi che l’uomo non era a letto, mentre gli altri detenuti dormivano. “Nulla da fare per il detenuto, che ha deciso di evadere la scorsa notte dalla vita terrena – afferma il segretario regionale della Uil Polizia Penitenziaria, Fabio Pagani come riportato dall’ANSA – malgrado gli immediati soccorsi della polizia penitenziaria e del personale sanitario”.

Il 49enne era recluso nel carcere di Sanremo, presso la sezione “Sex Offender”, si è impiccato la scorsa notte. L’uomo era stato condannato per più estorsioni aggravate ed era accusato di una lunga serie di truffe agli anziani. Proprio per quest’ultimo motivo era stato associato a questa specifica sezione, che non comprende soltanto chi ha commesso reati a sfondo sessuale nei confronti di donne. Stando a quanto ricostruito, l’uomo si sarebbe tolto la vita con un lenzuolo legato alla grata del bagno.

L’articolo Muore suicida in cella a Sanremo, la denuncia della famiglia: “È stato abbandonato” proviene da Il Riformista.