• Mar. Ott 26th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Fmi: l’accesso iniquo ai vaccini minaccia la ripresa globale

NOIDA, INDIA - JULY 23: People flout social distancing norms as they wait to receive Covid-19 vaccine dose, at a government hospital, on July 23, 2021 in Noida, India. (Photo by Sunil Ghosh/Hindustan Times via Getty Images)

La ripresa economica mondiale procede ma a due velocità dettate dall’accesso ai vaccini. Lo afferma il Fmi, sottolineando come le economie avanzate corrono più veloci con la campagna di vaccinazione che procede mentre le economie emergenti procedono più lentamente fra meno stimoli per la ripresa e la mancanza di vaccini.

“La variante Delta è la variante dominante e ha già avuto un impatto sulle previsioni di crescita. È una preoccupazione importante, è un rischio al ribasso. La buona notizia è che i vaccini che abbiamo funzionano, la notizia non buona è che c’è un accesso non equo ai vaccini”, mette in evidenza Gita Gopinath, il capo economista del Fmi, premendo per un accesso equo alla vaccinazione.

 

 

Nel suo aggiornamento del World Economic Outlook, il Fondo monetario internazionale fotografa la doppia velocità della ripresa economica, descrivendola come una minaccia per la ripresa globale. 

Fra i motori del mondo ci sono gli Stati Uniti che corrono grazie agli imponenti aiuti dispiegati. Ma accelerano anche “Francia, Italia, Germania e Spagna”, osserva il Fondo notando come per le economie emergenti a pesare è il rallentamento dell’Asia.

“Stimiamo che la pandemia abbia ridotto i redditi pro capite nelle economie avanzate del 2,8% rispetto ai trend pre-pandemia per il 2020-2022. Per le economie emergenti e in via di sviluppo la perdita pro capite annuale è del 6,3%”, afferma il capo economista del Fmi, Gita Gopinath, sottolineando come quasi il 40% della popolazione nelle economie avanzate è completamente vaccinata a fronte di un 11% nelle economie emergenti” e di un 1% in quelle a basso reddito.

Nella tabella le nuove stime del Fmi. Fra parentesi sono riportate le variazioni in punti percentuali rispetto alle stime di aprile.

 

Stime Pil

 

Quanto al Pil italiano, quest’anno dovrebbe registrare un forte rimbalzo con un Pil a +4,9% – dopo il -8,9% dello scorso anno causa pandemia – per poi mantenersi su un positivo +4,2% nel 2022. Sono le nuove stime del Fondo monetario internazionale contenute nel World Economic Outlook, che vedono per il 2021 un ritocco al rialzo di 0,7 punti percentuali rispetto al +4,2% stimato in aprile per per il prossimo anno la crescita è di 0,6 punti.

Articolo proveniente da Huffington Post Italia