• Dom. Set 19th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Whirlpool, protesta degli operai a Napoli: blocco dei binari e di piazza Garibaldi

DiRed Viper News Manager

Lug 20, 2021

Gli operai della Whirlpool di Napoli hanno occupato i binari dell’Alta Velocità della stazione centrale di Napoli e quindi la Piazza. Una protesta improvvisa, scattata stamane presso lo scalo di Piazza Garibaldi del capoluogo campano, che poi si è spostata all’interno della stessa stazione e quindi nella piazza dov’è stato messo in atto un blocco stradale. Alla manifestazione di protesta striscioni delle sigle sindacali di Fim, Fiom e Uil. “Ci avete rotto il c***o!”, il coro scandito dalle voci e dalle mani dei lavoratori. Il gruppo, secondo l’Ansa, di circa 100 operai. Avevano occupato i binari per circa tre quarti d’ora, bloccando i treni in arrivo e in partenza, come comunicato da Trenitalia, prima di liberarli. “Whirlpool Napoli non molla”, la scritta sulla maglietta bianca, già comparsa in altre occasioni di protesta messe in atto negli ultimi due anni.

La settimana scorsa, dopo l’incontro convocato dal ministero dello Sviluppo Economico con azienda e sindacati, l’azienda americana aveva deciso di avviare la procedura di licenziamento collettivo per i lavoratori dello stabilimento di via Argine. 340 operai. La decisione, “dopo lunga riflessione”, comunicata durante l’incontro convocato al Mise, lo scorso 14 luglio. L’azienda è “consapevole della propria scelta, ma la procedura non deve essere una pregiudiziale. Restiamo il più grande investitore e produttore di elettrodomestici in Italia”, aveva detto l’amministratore delegato di Whirlpool per l’Italia Luigi La Morgia. Escluso il ricorso alla cassa integrazione messa a disposizione del governo per evitare i licenziamenti

Gli operai erano già scesi in piazza a Santa Maria Capua Vetere e avevano avuto un incontro con il Presidente del Consiglio Mario Draghi, in occasione della visita al carcere della “mattanza”, in provincia di Caserta, del premier. “Se il Governo vuole rendersi complice di questa assurda decisione dell’azienda stando in silenzio, noi non abbiamo nessuna intenzione di fermarci. Non si può permettere la chiusura dei cancelli di un’azienda che non solo non rispetta gli accordi, ma in più scoppia di salute”, ha detto un’operaia all’Ansa.

“Ci possiamo solo scusare per i disaggi ma per le lavoratrici e i lavoratori della Whirlpool Napoli non si può accettare l’arroganza della multinazionale di ricorrere ai licenziamenti collettivi dopo due anni di lotta”, ha spiegato Giovanni Sgambati segretario generale Uil Campania. “Faremo tutto il possibile per contrastare questa decisione non lo merita la città di Napoli e il Mezzogiorno”. Stessi toni da parte di Rosario Rappa, a Lapresse, segretario generale Fiom Napoli: “L’avvio della procedura di licenziamento determina un aumento delle mobilitazioni. Oggi siamo in stazione, continueremo volta per volta con obiettivi sensibili. Non ci fermeremo fino a quando non avremo il ritiro della procedura“.

L’articolo Whirlpool, protesta degli operai a Napoli: blocco dei binari e di piazza Garibaldi proviene da Il Riformista.