• Sab. Set 18th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Omicidio Elisa Pomarelli, condannato a 20 anni Massimo Sebastiani

Elisa Pomarelli con Massimo Sebastiani

Massimo Sebastiani è stato condannato a 20 anni di carcere per l’omicidio di Elisa Pomarelli, la giovane amica che nell’agosto del 2019 è stata strangolata e il cui corpo è stato poi nascosto dall’assassino sulle colline in provincia di Piacenza. La procuratrice Grazia Pradella aveva chiesto 24 anni di carcere per Sebastiani, arrestato dopo alcuni giorni in fuga nascosto sulle colline, imputato per omicidio volontario e occultamento di cadavere e processato in abbreviato. “Questa non è giustizia, 20 anni sono pochi. Meritava l’ergastolo” hanno commentato i familiari della vittima dopo la lettura della sentenza. 

Massimo Sebastiani, 45 anni, non riusciva ad accettare che Elisa non volesse una relazione di coppia con lui. La ragazza gli aveva detto di essere lesbica. Il 25 agosto 2019 Sebastiani ha strangolato Elisa. Poi di lui si sono perse le tracce per due settimane. L’operaio è stato arrestato mentre si nascondeva nel solaio di una casa sulle colline piacentine ai piedi del monte Moria, poco sopra Veleia, nel comune di Lugagnano. Proprio attorno a questa zona è stato trovato il cadavere di Elisa. Durante l’interrogatorio di garanzia Sebastiani aveva spiegato di aver ucciso Elisa per un’“ossessione affettiva”.

“Elisa guardandomi in faccia disse che forse non c’era più bisogno di vederci così spesso. Ho capito in un secondo che lei mi aveva solo preso in giro e che adesso che aveva trovato il modo per guadagnare dei soldi non le servivo più. L’ho afferrata con entrambe le mani per il collo e ho sentito cadere un’asse del pollaio, probabilmente perché la sua testa ha sbattuto contro una delle pareti. È caduta a terra e ho capito che era morta” aveva raccontato Sebastiani. L’uomo, reo confesso, aveva ottenuto il rito abbreviato subordinato alla perizia psichiatrica. Questo gli aveva permesso uno scontro sulla pena. 

 

Articolo proveniente da Huffington Post Italia