• Ven. Set 17th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Rete oncologica in Campania, terapie personalizzate con il Molecular tumor board: “Non possiamo fermarci”

DiRed Viper News Manager

Lug 19, 2021
Pazienti oncologici sempre più al centro con terapie personalizzate e mirate grazie alle analisi dei dati genetici dei tumori. E’ questo l’obiettivo del Molecular tumor board regionale (Mtb), un gruppo multidisciplinare che agisce all’interno della Rete oncologica con il compito di fornire risposte e indirizzi a supporto del Servizio Sanitario Regionale e della stessa Rete, in materia di nuovi approcci terapeutici legati allo sviluppo della medicina personalizzata, interpretazione dei big data e disponibilità di farmaci innovativi. Costituito da varie professionalità in grado di interpretare l’enorme quantità di dati, provenienti dalle analisi molecolari, derivanti dal profilo genetico del tumore di un paziente, e di proporre la terapia più efficace in quel momento. L’obiettivo è, dunque, quello di rafforzare l’efficacia delle azioni della Rete oncologica regionale per continuare a garantire appropriatezza, offerta di qualità, omogeneità nelle procedure, equilibrio tra costi/benefici delle terapie, acquisizione di dati clinici confrontabili.
“Con la nomina di questo nuovo gruppo di lavoro multidisciplinare in ambito oncologico, – dice Sandro Pignata, responsabile scientifico della Rete – la Regione intende rafforzare la sinergia e la collaborazione tra i vari soggetti della Roc per governare al meglio l’accesso ai nuovi approcci terapeutici e favorire i percorsi di diagnosi, cura, riabilitazione di quei tanti cittadini che durante la loro vita sono chiamati a confrontarsi, purtroppo, con la malattia oncologica”. La Roc dunque non solo gode di ottima salute ma prosegue il suo percorso. Il Molecular tumor board segue un altro importantissimo decreto, l’approvazione di 24 Pdta in cui entra per la prima volta quello pediatrico. Un lavoro frutto di una vasta condivisione dei documenti tra gli specialisti della Regione, le Società Scientifiche AIOM, CIPOMO ed AIRO e delle associazioni dei pazienti rappresentate da FAVO in concerto con la Direzione Generale per la Tutela della Salute di Regione Campania.
“Con questi due nuovi decreti la Rete Oncologica – dice il direttore generale del Pascale, Attilio Bianchi – ha la possibilità di avere un diretto impatto sulla qualità delle cure del paziente; abbiamo in campo numerosi progetti per connettere gli ospedali della rete al territorio ed alla medicina generale. Una connessione Ospedale- Territorio guidata dalla gestione digitale della domanda e offerta oncologica mediante la piattaforma della ROC”.

L’articolo Rete oncologica in Campania, terapie personalizzate con il Molecular tumor board: “Non possiamo fermarci” proviene da Il Riformista.