• Ven. Set 17th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Si libera un posto sulla Blue Origin, Jeff Bezos porta un 18enne nello spazio

..

Con il fondatore di Amazon, Jeff Bezos, il 20 luglio prossimo volerà nello spazio un 18enne olandese, Oliver Daemen. Ad annunciarlo è Blue Origin.

Il misterioso vincitore dell’asta da 28 milioni di dollari per un posto sulla navicella spaziale partirà successivamente con un altro volo per “impegni concomitanti” e quindi si è liberato inaspettatamente un posto sul primo volo. Un portavoce della società ha detto che Daemen, che frequenterà l’Università di Utrecht nei Paesi Bassi per studiare fisica e gestione dell’innovazione, ha partecipato all’asta “e si era assicurato un posto sul secondo volo. Lo abbiamo spostato sul primo volo che è diventato disponibile”.

Il padre del ragazzo è Joes Daemen, Ceo e fondatore di Somerset Capital Partners, che investe in immobili, private equity e mercati finanziari. Il volo è previsto per martedì 20 luglio dal sito di lancio remoto della compagnia nelle zone rurali del Texas occidentale.

Daemen viaggerà con Jeff Bezos, il fratello Mark Bezos e l’astronauta di 82 anni Wally Funk, che fu una delle partecipanti di Mercury 13, un programma nel quale 13 donne vennero sottoposte allo stesso addestramento degli astronauti della Nasa per dimostrare come non contasse l’appartenenza al sesso per essere un buon pilota. “A 18 anni e 82 anni, Oliver Daemen e Wally Funk rappresentano gli astronauti più giovani e più anziani a viaggiare nello spazio”, ha dichiarato Blue Origin in una nota.

Blue Origin ha dichiarato che all’asta hanno preso parte 7.600 offerenti provenienti da 159 paesi. Il volo è programmato per coincidere con l’anniversario del 20 luglio dello sbarco sulla Luna dell’Apollo 11 nel 1969.

Tutto pronto per la prima missione suborbitale con uomini a bordo della società spaziale di Jeff Bezos. Il missile New Shepard è pronto sulla rampa di lancio del West Texas Suborbital Launch Site, la base che il fondatore di Amazon ha costruito nel suo Corn Ranch, in Texas. La capsula Blue Origin è pronta ad accogliere l’equipaggio di questa prima missione: lancio il 20 luglio. L’unica cosa che ha ballato fino all’ultimo, a 4 giorni dal decollo, è proprio la composizione dell’equipaggio: oltre a Jeff Bezos e al fratello Mark, qualche giorno fa è stato annunciato che a bordo ci sarà anche l’aviatrice 82enne Wally Funk. Il nome del quarto viaggiatore, il miliardario che ha speso 28 milioni di dollari per assicurarsi in un’asta l’unico posto a pagamento di questa missione inaugurale, non è stato, invece, mai rivelato. E ora un criptico comunicato della Blue Origin rende noto che il misterioso personaggio ha rinunciato per «impegni concomitanti». Aveva dimenticato che aveva un appuntamento dal dentista?

 

  • Ogni illazione è lecita (non dovrebbe aver dimenticato un matrimonio o una cresima, visto che Blue Origin vola di martedì). L’unica certezza è che il suo posto verrà preso da Oliver Daemen, un ragazzo di 18 anni, figlio di Joes Daemen, miliardario degli hedge fund con la sua Somerset Capital Partners che paga il costoso biglietto per un viaggio suborbitale: una missione di un’ora o poco più, simile a quella dei giorni scorsi della Virgin Galactic di Richard Branson (anche se lì il razzo è stato portato in quota da un aereo-madre).
  • Oliver ha appena preso la maturità liceale dopo aver studiato privatamente e sta per conseguire anche il brevetto di pilotaggio. A settembre inizierà il corsi di laurea in fisica presso l’università di Utrecht, in Olanda. Una volta laureato probabilmente non faticherà a trovare lavoro, ma un’esperienza da astronauta valorizza il curriculum. Non pensa, invece alla carriera ma corona un sogni lungo 70 anni Wally, l’aviatrice che all’alba dell’era spaziale fu selezionata, con altre sette donne, per partecipare all’addestramento degli astronauti che avrebbero dovuto volare sulle prime capsule spaziali americane, le Mercury. Poi, però, la Nasa decise di usare solo uomini e la Funk tornò a pilotare aerei: ha volato per oltre 12 mila ore e ha addestrato centinaia di piloti, ma ha sempre sognato di andare oltre l’atmosfera terrestre. Martedì quel sogno diventerà realtà. In un volo che farà notizia anche perché a bordo dell’astronave Blue Origin, oltre all’uomo più ricco del mondo, ci saranno l’astronauta più giovane e il più vecchio tra quelli che fin qui sono andati nello spazio.

Articolo proveniente da Huffington Post Italia