• Dom. Set 19th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Giubileo 2025, Draghi a Raggi: “È necessario l’evento per fare interventi ordinari a Roma?”

DiRed Viper News Manager

Lug 16, 2021

Roma guarda al Giubileo 2025. Ma la Capitale come arriva all’appuntamento Santo? Il tema è stato al centro dell’incontro di ieri a Palazzo Chigi tra Governo, Regione e Comune di Roma dove si è spinto su un solo obiettivo: migliorare la condizione della città prima del canonico evento, il secondo per Papa Francesco.

L’incontro era un appuntamento programmato da tempo per fare il punto sullo stato dell’arte della città e sulla necessità di adeguare, se non implementare, i servizi per accogliere decine di milioni di turisti provenienti da tutto il mondo. Sul tavolo, i dossier delle criticità ataviche della città, come le buche, le strade dissestate e la rete di trasporto pubblico di Roma.

La polemica del premier Draghi

La riunione è durata circa un’ora tra il premier Mario Draghi, il ministro dell’Economia Daniele Franco, il ministro delle Infrastrutture e Trasporti Enrico Giovannini, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, il ministro della Cultura Dario Franceschini, il capo di gabinetto del Viminale (in sostituzione della ministra Lamorgese) Bruno Frattasi, il governatore del Lazio Nicola Zingaretti, la sindaca di Roma Virginia Raggi e ovviamente rappresentanti della Santa Sede.

Raggi, nel suo intervento, ha proposto di costruire un asse tra Recovery fund, Giubileo e Expo 2030, puntando su un elemento fondamentale e caro al Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr): lo snellimento della burocrazia.

La prima cittadina di Roma ha infatti sottolineato, durante il suo discorso, la mancata collaborazione da parte di altri enti locali. Le lamentale però non sono piaciute al premier Draghi che ha chiesto con tono piccato alla Sindaca: “È possibile che per fare interventi ordinari, a Roma è necessario il Giubileo?“. Il tavolo tecnico, il primo di una lunga serie in vista dell’appuntamento religioso, è diventato il mezzo con cui il governo centrale esercita pressione sul Campidoglio.

I provvedimenti in vista dell’evento religioso

Coprire tutte le buche e migliorare il parco mezzi su gomma dell’Atac puntando su autobus elettrici, in vista dell’evento globale del Giubileo. Una richiesta esplicita al Comune che, per portare avanti il progetto, utilizzerà i fondi dell’Anno Santo.

Inseriti nel piano di ristrutturazione dei trasporti pubblici romani, l’ingresso di mezzi che abbattono l’inquinamento ambientale. Sono anni, infatti che la Capitale attende interventi di questo tipo, con l’obiettivo di proporre ai cittadini e ai turisti provenienti da tutto il mondo una città efficiente e moderna.

Il Viminale è al lavoro per nominare, forse già dalla prossima riunione, un commissario per l’Anno Santo. Sul tema, la Regione Lazio  pensa a un ufficio Giubileo, che si concentrerà su “accesso e viabilità, spazi dedicati, innovazioni“, ha detto Zingaretti ponendo come obiettivo il 2025 per modernizzare il sistema dei trasporti locali.

L’articolo Giubileo 2025, Draghi a Raggi: “È necessario l’evento per fare interventi ordinari a Roma?” proviene da Il Riformista.