• Sab. Set 18th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Carceri, Campidoglio distribuisce 600 kit con beni di prima necessità ai detenuti

DiRed Viper News Manager

Lug 16, 2021

Un aiuto, o meglio, in gesto di solidarietà per i tanti detenuti nelle carceri romane. Dopo le denunce sulle pessime condizioni di vita di numerosi carcerati negli istituti penitenziari di tutto il Paese, rese ancor più note con lo scandalo dell’“orribile mattanza” del 6 aprile 2020 nel carcere di Santa Maria Capua Vetere, il Campidoglio vuole lanciare un segnale ai carcerati, così come ai loro familiari.

Il Comune avvierà la distribuzione di 600 kit per i detenute indigenti, contenenti spazzolino, dentifricio, asciugamano, calzature per la doccia, doccia-shampoo, biancheria intima, t-shirt e felpa o pile, più deodorante e sapone per le mani.

L’iniziativa, promossa dal Comune di Roma, prevede la distribuzione delle dotazioni all’interno degli istituti penitenziari della città, grazie alla collaborazione degli operatori del Servizio di Segretariato Sociale afferenti al Dipartimento Politiche Sociali di Roma Capitale.

Un tassello considerato fondamentale dalla sindaca di Roma Virginia Raggi, che ha fortemente promosso il progetto per garantire sostegno ai detenuti negli istituti penitenziari e persone sottoposte a lavori di pubblica utilità. “Con questa iniziativa andiamo a rafforzare il supporto a persone che si trovano senza un appoggio, garantendo vicinanza e beni di prima necessità“, ha dichiarato Raggi, riferendosi ai beneficiari, che sono stati gradualmente individuati con la collaborazione delle Aree educative e trattamentali dei penitenziari.

Cohousing per gli ex detenuti

Lo sguardo è vigile anche sul reinserimento sociale e lavorativo dei detenuti. Un percorso non semplice, soprattutto per chi, in molti anni di detenzione, ha perso affetti e beni privati. Per questo il Campidoglio ha lanciato il secondo appartamento che ospiterà detenuti ed ex detenuti per facilitare il loro percorso di reinserimento e per ridurre la marginalità sociale.

Si tratta del progetto cohousing, pensato da Roma Capitale e realizzato in collaborazione con l’azienda pubblica di servizi alla persona Asilo Savoia, la struttura che si trova in zona San Giovanni. Proprio da qui, i dieci ospiti avvieranno un doppio percorso, che parte dalla cura dell’appartamento condiviso da parte di ciascun inquilino, fino all’attivazione di parallele azioni di affiancamento di servizi socio assistenziali e orientamento professionale e lavorativo.

L’iniziativa rientra quindi un un progetto strutturato, che si riconosce con lo scopo di garantire sostegno agli ex detenuti nel lungo il percorso verso l’autonomia, facendo leva anche sulla reti di collaborazione con le realtà presenti sul territorio romano.

L’accordo di collaborazione tra Roma Capitale e l’Asp Asilo Savoia ha avuto il via libera lo scorso gennaio, quando è stata lanciata l’offerta di soluzioni abitative in cohousing in grado di rispondere ai bisogni temporanei di accoglienza, assistenza e supporto nel percorso di acquisizione dell’autonomia e della capacità di autogestione dei detenuti ed ex detenuti.

L’articolo Carceri, Campidoglio distribuisce 600 kit con beni di prima necessità ai detenuti proviene da Il Riformista.