• Gio. Set 23rd, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Colpito da proiettile durante agguato, bimbo operato alla colonna vertebrale: “Fatevi avanti e parlate”

DiRed Viper News Manager

Lug 13, 2021

E’ stato operato alla colonna vertebrale il bimbo di sei anni colpito da un proiettile mentre si trovava su uno scooter in compagnia dello zio, Matteo Anastasio, 42 anni, morto ammazzato in seguito a un agguato di mafia avvenuto durante i festeggiamenti tra le strade di San Severo (Foggia) per la vittoria dell’Italia agli Europei. Il piccolo è stato ferito per errore dai killer, entrati in azione in sella a un motorino sfruttando il caos e l’euforia del momento.

L’intervento è stato eseguito nel pomeriggio di lunedì 12 luglio dai sanitari del Policlinico Riuniti di Foggia, dove il bimbo è ricoverato in condizioni gravissime: è in coma farmacologico e sottoposto a ventilazione assistita. “Si è trattato di un intervento chirurgico a livello della colonna vertebrale – si legge nel bollettino medico diffuso nella tarda mattinata del 13 luglio  – deciso dopo aver attentamente valutato le condizioni emodinamiche e respiratorie del bambino giudicate stabili, tali da consentire ai neurochirurghi l’esecuzione dell’operazione”.

Intanto dal sindaco di San Severo, Francesco Miglio, arriva un appello ai tanti cittadini presenti in strada durante l’agguato, avvenuto poco dopo la mezzanotte. “Faccio appello alla coscienza e al buon cuore dei miei concittadini: chi ha visto qualcosa, parli e collabori con le forze dell’ordine” ha dichiarato a LaPresse. “Tutto è avvenuto alla presenza di tante persone che erano per strada a festeggiare l’Italia, per questo credo che qualcuno possa aver visto qualcosa”, prosegue il primo cittadino. “Lo dobbiamo soprattutto a quel bambino di sei anni che non c’entra niente in questa storia di odio e ferocia”, conclude.

Le indagini sono affidate alla Squadra Mobile di Foggia che ha acquisito le immagini di videosorveglianza presenti nella zona oltre ai tanti filmati girati dai cittadini e finiti in rete. In uno dei video amatoriali presenti sui social, si vede una donna vestita di bianco (moglie della vittima) avvicinarsi allo scooter dopo la prima raffica di piombo. Cerca di soccorrere il marito e il nipotino ma è costretta ad allontanarsi perché i killer lasciano partire altri proiettili che stendono la vittima 42enne e il bimbo di sei anni. Sono tre i bossoli (partiti da una calibro 7.65) recuperati a terra dalla polizia. Ma i colpi esplosi potrebbero essere stati di più.

Anastasio morirà di lì a poco, il piccolo invece sta lottando nel reparto di Rianimazione del Policlinico Riuniti di Foggia. Inizialmente non era chiaro se fosse stato raggiunto anche lui da un proiettile. I medici hanno mantenuto il più stretto riserbo. Poi nel pomeriggio i dettagli raccapriccianti: si trova in coma farmacologico e le sue condizioni sono definite critiche anche se stabili.

L’articolo Colpito da proiettile durante agguato, bimbo operato alla colonna vertebrale: “Fatevi avanti e parlate” proviene da Il Riformista.