• Dom. Set 19th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

20 milioni di spettatori tra Rai e Sky per il trionfo degli Azzurri, 83% share

Il calcio sarà anche tornato a casa, come cantano da mesi a questa parte gli inglesi per la finale dell'europeo a Wembley: ma la vittoria no, quella se l'è ripresa in mano stasera un Paese che nel pallone esprime una capacità di fare gruppo, squadra, popolo che sarebbe auspicabile in tanti altri settori della vita, ma già averla nello sport apre il cuore alla speranza. Quel Paese è l'Italia che aggiunge il successo di stasera, un 4-3 arrivato dopo una gara a inseguimento e dopo i calci di rigore nei quali Donnarumma si è superato, a un albo d'oro formidabile, da superpotenza del calcio: quattro mondiali vinti, due titoli continentali (il primo 53 anni fa), un titolo olimpico.
ANSA

Incollati alla tv per lottare con gli azzurri e accompagnarli, fino all’emozione dell’ultimo rigore, sul tetto d’Europa: sono stati quasi 20 milioni 604 mila, pari all′83.6% di share, gli italiani che hanno seguito ieri sera su Rai1 e Sky il match della Nazionale di Roberto Mancini contro l’Inghilterra nella bolgia di Wembley. Numeri da capogiro per la finale degli Europei che ha raggiunto il picco con i calci di rigore, seguiti complessivamente da una media di 21 milioni 131 mila appassionati con uno share che ha sfiorato il 90% (89.71%).

A certificare il trionfo di capitan Chiellini & co anche sul piccolo schermo sono i dati Auditel elaborati dallo Studio Frasi. In dettaglio, su Rai1 la partita ha raccolto una media di 18 milioni 172mila telespettatori pari al 73,7%; i tempi supplementari sono stati seguiti da 18 milioni 459 mila spettatori con il 76%, i rigori da 18 milioni 549 mila con il 78,7%. Su Sky Italia-Inghilterra ha raccolto 2 milioni 432 mila spettatori con il 9.9%. Altissima la permanenza, con l′89.71%:
gli italiani sono rimasti inchiodati lì, in attesa del fischio finale.

Gli azzurri uniscono il Paese: gli uomini davanti alla tv ieri sera erano 10 milioni 126 mila (87.40%), le donne 9 milioni 83 mila (78.29%). Boom tra i giovanissimi, con il 92.05% sugli 11-14 enni e con il 90.54% sul target 6-7 anni, ma lo share è sopra l′80% su tutte le fasce di pubblico, fatta eccezione per gli over 70. Molto alta la percentuale sul pubblico dei laureati (87.76%), poi gli spettatori con titolo di studio di media superiore (83.67%).

Tutta l’Italia ha palpitato con gli uomini di Mancini: a livello regionale, le percentuali si aggirano o superano l′80% con poche eccezioni (74.24% in Trentino Alto Adige, 75.93% in Valle d’Aosta). Anche considerando le attività svolte, lo share supera sempre l′80% tranne che fra i pensionati (77.48%).
Superiori alla media – segnala ancora lo studio Frasi – i dati di audience tra coloro che hanno gioito per l’impresa azzurra su schermi di ultima generazione: 88.89% tra i possessori di smart tv e 89.86% tra coloro che hanno televisori da 45 pollici in su. Boom anche per le interazioni social dedicate ad Italia-Inghilterra: in base alle rilevazioni di Talkwalker, sono state 15 milioni 639 mila quelle legate a Rai1 e 15 milioni 274 mila per Sky Sport.

Articolo proveniente da Huffington Post Italia