• Dom. Set 26th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

epa09329256 Fans of England gather outside Wembley Stadium prior to the UEFA EURO 2020 semi final between England and Denmark in London, Britain, 07 July 2021. EPA/ANDY RAIN

Sono 6.619 i tifosi italiani stasera a Wembley per la finale Italia-Inghilterra. Lo comunica la Uefa. Gli inglesi sono 58.000. La capienza totale dello stadio è 67 500. Il dato si basa su informazioni censibili in base ai dati forniti dagli utenti all’atto della registrazione sul portale biglietteria Uefa.

Una marea di tifosi inglesi ha già invaso Londra e in particolare il quartiere intorno allo stadio di Wembley, dove stasera è in programma la finale di Euro 2020 tra Inghilterra e Italia. Fin dalla tarda mattinata migliaia di tifosi tutti con i colori della bandiera inglese hanno iniziato ad affluire nei pressi dello stadio, dove questa sera saranno ammesse 67.500 persone. Di questi 58mila saranno locali e appena 6.619 italiani. Numerose anche le auto con bandiere inglesi fuori dai finestrini, a testimonianza di una attesa spasmodica. L’atmosfera è già caldissima, con i ristoranti e i pub presi d’assalto con l’alcol che scorre a fiumi e tutte le norme anticovid saltate nonostante l’aumento dei contagi da variante Delta. Tifosi senza mascherina, uno addosso all’altro che cantano God Save The Queen e Three Lions, in attesa di una partita che potrebbe regalare all’Inghilterra il primo titolo importante dopo la Coppa del Mondo del ’66. Poche le maglie azzurre fin qui avvistate. Ingenti le misure di sicurezza, con strade chiuse intorno allo stadio e un cordone di forze dell’ordine praticamente a ogni angolo. Intanto – come riferito da Sky News UK – questa mattina petardi e fuochi d’artificio sarebbero stati esplosi dinanzi all’hotel che ospita la Nazionale di Roberto Mancini da parte di un gruppetto di tifosi inglesi. La giornata è tipicamente londinese, umida e uggiosa mentre in serata è previsto anche qualche scroscio di pioggia. La temperatura è decisamente più alta di martedì scorso in occasione della partita contro la Spagna.

Articolo proveniente da Huffington Post Italia