• Ven. Lug 30th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Coronavirus, contagi sotto quota 10mila per il quinto giorno di fila: in un mese ricoveri dimezzati

DiRed Viper News Manager

Mag 13, 2021

I nuovi casi di coronavirus accertati in Italia nel bollettino di giovedì 13 maggio sono 8.085 (ieri 7.852), per il quinto giorno di fila sotto quota 10mila. I tamponi processati nelle ultime 24 ore sono 287.026, 19.718 in meno rispetto al giorno precedente quando erano stati 306.744. Con questi dati il tasso di positività sale leggermente (2,8%, + 0.2%). Le vittime sono invece 201 (ieri 262) per un totale di 123.745 dall’inizio della pandemia nel nostro Paese. Mentre i casi totali toccano quota 4.139.160.

Le persone guarite o dimesse sono complessivamente 3.669.407 e 14.295 quelle uscite oggi dall’incubo Covid. Gli attualmente positivi sono 346.008, in calo di 6.414. Negli ospedali continuano a diminuire i pazienti ricoverati. I posti letto occupati nei reparti ordinari sono -672 (ieri -657), per un totale di 13.608. Quelli occupati in terapia intensiva sono 1.893 (-99 rispetto al giorno precedente).

Le regioni che registrano più contagi sono Lombardia (1.396), Campania (1.110), Piemonte (706), Lazio (654), Toscana (651).

Sono intanto 25.606.730 i cittadini che hanno ricevuto almeno la prima dose del vaccino anti-covid in Italia (dato aggiornato alle 17.13 del 13 maggio). Le persone che hanno completato il ciclo vaccinale sono 7.965.525 (pari al 13,44% della popolazione).

Il monitoraggio della Fondazione Gimbe

Il monitoraggio della Fondazione Gimbe conferma, nella settimana 5-11 maggio, la riduzione di nuovi casi (-19%) e decessi (-15,4%). Si allenta ancora la pressione sugli ospedali: in 35 giorni -49,1% ricoveri con sintomi e -45,1% terapie intensive. Per quanto riguarda la campagna vaccinale, risulta ancora scoperta 1 persona su 4 nella fascia 70-79 e 1 su 2 nella fascia 60-69: secondo la Fondazione è necessario integrare la prenotazione volontaria con un sistema a chiamata attiva, un’adeguata campagna di comunicazione istituzionale e strategie di persuasione individuale. Sul fronte delle regioni ‘a colori’, una revisione integrale del sistema rischia, secondo la Fondazione, di avvitarsi in tecnicismi e divenire terreno di scontro governo-regioni, mandando nel frattempo in arancione alcune regioni.Nel dettaglio, il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe rileva nella settimana 5-11 maggio 2021, rispetto alla precedente, una diminuzione di nuovi casi (63.409 vs 78.309) e decessi (1.544 vs 1.826).

In calo anche i casi attualmente positivi (363.859 vs 413.889), le persone in isolamento domiciliare (346.866 vs 393.290), i ricoveri con sintomi (14.937 vs 18.176) e le terapie intensive (2.056 vs 2.423). Rispetto alla settimana precedente, si registrano le seguenti variazioni: decessi 1.544 (-15,4%); terapia intensiva: -367 (-15,1%); ricoverati con sintomi: -3.239 (-17,8%); isolamento domiciliare: -46.424 (-11,8%); nuovi casi: 63.409 (-19%); casi attualmente positivi: -50.030 (-12,1%).”L’ulteriore calo dei nuovi casi settimanali – dichiara Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione Gimbe – riflette gli ultimi effetti di 6 settimane di un’Italia tutta rosso-arancione”. I trend sono in riduzione in tutte le Regioni. Continua, tuttavia, a salire leggermente l’Rt medio calcolato dall’Istituto Superiore di Sanità sui casi sintomatici a 14 giorni, che rispetto al valore di 0,85 (range: 0,80-0,91) della scorsa settimana ha raggiunto lo 0,89 (range: 0,85-0,91).

“Si allenta ulteriormente anche la pressione sugli ospedali – afferma Renata Gili, responsabile Ricerca sui Servizi Sanitari della Fondazione – sia per la minore circolazione del virus che per i primi effetti della elevata copertura vaccinale negli over 80″. In dettaglio: area medica, dal picco raggiunto il 6 aprile (29.337) i posti letto occupati sono 14.937, con una riduzione del 49,1% in 35 giorni. Solo la Calabria supera la soglia di allerta del 40%; terapia intensiva: dal picco raggiunto il 6 aprile (3.743) rimangono occupati 2.056 posti letto, con una riduzione del 45,1% in 35 giorni; la soglia di saturazione del 30% risulta superata, seppur di poco, in Lombardia e in Toscana (32%). “Nelle terapie intensive – spiega Marco Mosti, direttore operativo della Fondazione Gimbe – il numero dei nuovi ingressi giornalieri continua a scendere, con una media mobile a 7 giorni che questa settimana ha raggiunto i 110 ingressi/die”.

 

 

L’articolo Coronavirus, contagi sotto quota 10mila per il quinto giorno di fila: in un mese ricoveri dimezzati proviene da Il Riformista.