• Ven. Lug 30th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

La vergogna del cimitero Flaminio: lapidi buttate nelle toilette

DiRed Viper News Manager

Mag 11, 2021

Una lapide accanto al wc. Nel bagno pubblico. Acqua ovunque. Tombe aperte. Degrado. Scene da film horror nel cimitero Flaminio di Roma. In un video esclusivo del Riformista.it si vede la situazione di abbandono del campo santo di Prima Porta. Una situazione pazzesca che i parenti dei defunti si trovano davanti ad ogni visita ai loro cari: “Dovevamo andare in bagno – racconta Alessandro, che ha la mamma in uno dei riquadri principali del cimitero – per entrare ho dovuto fare lo slalom tra pozzanghere e melma a terra. Poi mi sono visto una lapide accanto alla toilette. Non c’è rispetto per i morti, non si può accettare una cosa simile”.

VIDEO CHOC

Il video prosegue tra loculi abbandonati, sporcizia  e calcinacci che cadono dalle pareti. Le immagini sono ora al vaglio del Campidoglio che ha subito convocato i vertici cimiteriali di Ama per avere una risposta immediata. D’altronde la questione cimiteriale a Roma è assolutamente al collasso. Nel cimitero Flaminio, che si trova a Nord di Roma ed è conosciuto anche come cimitero di Prima Porta, ci sono centinaia di salme in attesa della cremazione. Le bare sono accatastate nei depositi, impilate su scaffali improvvisati costruiti con tubi e giunti. Il Flaminio è l’unico cimitero di Roma con un forno crematorio e qui arrivano i carri di moltissime imprese di pompe funebri, che attendono in coda per ore prima di poter consegnare le bare. Nelle ultime settimane le code sono aumentate perché Ama Cimiteri Capitolini, la società che gestisce i cimiteri di Roma, aveva temporaneamente sospeso le cremazioni a causa dello «straordinario afflusso in entrata». I forni lavorano a un ritmo insufficiente per rispondere alle richieste e questo rallenta tutte le sepolture, anche quelle di chi non deve essere cremato. Secondo i rappresentanti delle agenzie funebri, le bare in attesa di cremazione sarebbero duemila. Secondo AMA, invece, poco meno di 800.

$bp(“Brid_20729038”, {“id”:”26704″,”width”:”16″,”height”:”9″,”video”:”780131″});

CAOS SEPOLTURE

Sulla vicenda delle tumulazioni è stato presentato un esposto presso la Procura di Roma dall’EFI, l’Associazione Eccellenza Funeraria Italiana che raccoglie gli operatori del settore, a seguito dell’emergenza sepolture nella Capitale. In base a quanto si apprende, i reati ipotizzabili al momento sarebbero quelli di omissione di atti d’ufficio e sottrazione di cadavere.

LA REPLICA DI AMA

A fronte dei tantissimi disagi riscontrati dai cittadini Ama risponde con un la messa a punto di un nuovo piano di investimenti in ambito cimiteriale, con un budget da 55 milioni di euro.  Il piano pluriennale 2021-2024 sarà presentato entro maggio con il “Piano Strategico Operativo 2021“. Tra gli interventi che la società ha messo nero su bianco quello di ristrutturazione delle architetture già esistenti, di potenziare le strutture operative, primi fra tutti quelli che riguardano la cremazione.

L’articolo La vergogna del cimitero Flaminio: lapidi buttate nelle toilette proviene da Il Riformista.