• Sab. Lug 31st, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Picco di contagi tra gli spazzini: in città la raccolta dei rifiuti procede a rilento

DiRed Viper News Manager

Mag 10, 2021

Sono tanti i cittadini napoletani che nelle ultime ore hanno segnalato l’aumento di cumuli di spazzatura in città. Il motivo è da ricondurre alla mancanza di operatori della nettezza urbana bloccati a casa per il Covid. Una storia che si ripete ormai da un anno in modo altalenante, ma il Covid non lascia scampo a nessuno. Nemmeno a chi fa un lavoro così fondamentale per la collettività.

Secondo quanto riportato dal Mattino in questo momento sono circa 100 gli operatori di Asìa, l’azienda napoletana per la nettezza urbana, chiusi in casa per il Covid. Molti di loro non hanno contratto il virus ma sono in isolamento fiduciario dopo aver avuto contatti con i colleghi positivi. E così la macchina si blocca e in alcuni punti della città la spazzatura rimane in strada perché non c’è abbastanza personale.

“Stiamo combattendo con questa situazione. Non ci sono tantissimi positivi per fortuna, è sempre un numero inferiore rispetto alle persone che fermiamo. Su cento persone, 10 sono i positivi e gli altri siamo obbligati a metterli in isolamento fiduciario – ha spiegato al Mattino il presidente di Asìa Maria De Marco – Scontiamo le problematiche che vivono tutte le aziende come la nostra, nel Paese. Il nostro problema è che quando riscontriamo un caso di positività poi dobbiamo fermare dieci-quindici persone”.

Asia sconta anche il problema di essere sotto organico. La presidente sottolinea l’urgenza di dover assumere 250 nuovi operatori per sostituire i dipendenti sulla soglia della pensione. “Asìa sarebbe la prima volta che assume, perché abbiamo sempre stabilizzato i lavoratori che arrivavano da fuori – aggiunge De Marco – Asìa essendo nata nel 2000 e avendo assunto tutti insieme in quel momento, si ritrova oggi con personale anziano per età lavorativa”.

A questo si aggiunge che in Asìa quasi tutti i dipendenti lavorano in strada e a contatto gli uni con gli altri. Per questo motivo la pandemia si diffonde maggiormente. L’idea è quella di avviare un concorso per poter assumere dipendenti più giovani e che sappiano utilizzare tecnologie più moderne per la raccolta dei rifiuti.

L’articolo Picco di contagi tra gli spazzini: in città la raccolta dei rifiuti procede a rilento proviene da Il Riformista.