• Mar. Lug 27th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Villa Ebe e cimitero dei colerosi abbandonati nel degrado, scattano i sigilli: i monumenti di Napoli sequestrati

In attesa del restauro, che da oltre 20 anni viene chiesto periodicamente per fare fronte al degrado in cui versa attualmente, la Procura di Napoli ha posto sotto sequestro la storica Villa Ebe, palazzina neogotica costruita a inizio Novecento dall’architetto Lamont Young sulle rampe di Pizzofalcone.

Il gip di Napoli ha emesso il decreto di sequestro preventivo, eseguito dai Carabinieri del gruppo Tutela patrimonio culturale, finalizzato ad evitare un ulteriore degrado della villa-monumento, bene di proprietà del Comune di Napoli.

Secondo quanto accertato infatti la Villa, dopo anni di incuria, presenta rischi anche sul fronte dell’incolumità pubblica e della staticità stessa della struttura. Già oggetto di diversi crolli, Villa Ebe è praticamente in stato di abbandono dopo il devastante incendio doloso del 14 marzo 2000.

Quanto all’inchiesta della Procura, il procedimento aperto è a carico di ignoti e sono in corso indagini per ricostruire la catena delle responsabilità amministrative e delle competenze specifiche in merito a eventuali ipotesi di mancata manutenzione che possa aver pregiudicato la statica del fabbricato.

Villa Ebe, ormai abbandonata, è stata anche occupata parzialmente da alcuni senzatetto che ne avevano fatto la propria ‘dimora’ prima di essere allontanati.

SIGILLI ANCHE AL CIMITERO DEI COLEROSI – Sempre questa mattina è scattato il sequestro del Cimitero dei colerosi  all’Arenaccia, bene di rilievo storico e artistico di proprietà del Comune. Per lavori realizzati in un cantiere nei pressi del cimitero, sarebbe stato sversato del materiale di risulta sulle tombe, coprendo e danneggiando almeno 13 sepolcri, di cui alcuni irreversibilmente.

Per lo ‘sfregio’ è indagato il titolare del cantiere, impegnato in lavori per la costruzione di un piazzale da adibire a parcheggio. I lavori avrebbero provocato la caduta di un muro e il materiale di risulta sarebbe stato sversato sulle tombe.

L’articolo Villa Ebe e cimitero dei colerosi abbandonati nel degrado, scattano i sigilli: i monumenti di Napoli sequestrati proviene da Il Riformista.