• Mar. Lug 27th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Avellino, anziano di 83 anni uccide la moglie e chiama i carabinieri: “Venite a prendermi”

“Ho ucciso mia moglie”, ha detto in una telefonata ai carabinieri un uomo di 83 anni. Dopo aver commesso il crimine contro la compagna, sua coetanea, ha avvisato le forze dell’ordine invitandoli a raggiungerlo nell’abitazione in cui si trovava, a via Iannaccone, nel centro di Avellino.

L’anziano, Gerardo Limongiello, si trova ora nella caserma del comando provinciale dell’Arma, e dovrà rispondere di omicidio volontario. Non sono ancora emersi ulteriori dettagli sulla dinamica dell’omicidio. Giunta sul posto, la pattuglia ha trovato il corpo esanime dell’anziana, Antonietta Ficuciello. Il medico legale Francesco La Sala ne ha accertato il decesso, “verosimilmente per soffocamento”, alle 10.50. Mezz’ora dopo sono arrivati anche i Ris, il Reparto Investigazioni Scientifiche. Le indagini sul delitto sono state affidate al magistrato di turno, Vincenzo Russo.

Vicini di casa, amici di famiglia, descrivono Gerardo come un uomo mite che – nonostante i problemi di salute – sosteneva e aiutava la moglie. L’incapacità di continuare a gestire questa condizione difficile e reiterata potrebbe essere stata la causa scatenante del delitto, scrive Avellino Today. L’assalto potrebbe essere stato quindi dettato dall’esasperazione.

L’articolo Avellino, anziano di 83 anni uccide la moglie e chiama i carabinieri: “Venite a prendermi” proviene da Il Riformista.