• Mer. Lug 28th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Fedez contro Rai, l’ad Salini: “Se qualcuno ha parlato di ‘sistema’ mi scuso, sarà fatta luce”

“Di certo in Rai non esiste e non deve esistere nessun ‘sistema’ e se qualcuno, parlando in modo appropriato per conto e a nome della Rai, ha usato questa parola mi scuso”. A metà giornata arrivano le parole dell’amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini, sulla questione Fedez al Concertone del Primo Maggio.

La telefonata con la Rai che Fedez ha diffuso via social è diventata un caso nazionale e soprattutto politico. Di ora in ora si allunga l’elenco dei politici che danno il loro supporto a Fedez e chiedono le dimissioni dei dirigenti Rai. Fedez accusa i dirigenti Rai, in primis Ilaria Capitani, vicedirettrice di Rai3, di averlo esortato “ad adeguarmi a un sistema”.

“Su questo assicuro che sarà fatta luce con gli organizzatori del Concerto, che la Rai acquista e manda in onda fin dalla sua prima edizione, per capire come sia stato possibile soltanto ipotizzare un’aberrazione del genere e se esistano delle responsabilità aziendali”, continua Salini nella nota.

La bufera è iniziata ieri quando il cantante ha accusato la Rai di avergli chiesto di omettere nomi e partiti dal suo intervento sul palco del concertone. Ma la Rai aveva subito smentito. Allora Fedez ha pubblicato il video della telefonata avuta con la Rai che però ha nuovamente smentito sostenendo che il video pubblicato era stato tagliato di alcune parti.

La Tv pubblica affida a una nota le parole realmente dette: “Mi scusi Fedez, sono Ilaria Capitani, vicedirettrice di Rai3, la Rai non ha proprio alcuna censura da fare. Nel senso che? La Rai fa un acquisto di diritti e ripresa, quindi la Rai non è responsabile né della sua presenza, ci mancherebbe altro, né di quello che lei dirà (…). Ci tengo a sottolinearle che la Rai non ha assolutamente una censura, ok? Non è questo (…). Dopodiché io ritengo inopportuno il contesto, ma questa è una cosa sua”. Inoltre, nella nota si specifica anche che la vicedirettrice Capitani è “l’unica persona dell’azienda Rai tra quelle che intervengono nella conversazione pubblicata da Fedez” e che la direzione di Rai3 non ha “mai chiesto preventivamente i testi degli artisti intervenuti al concerto del Primo Maggio – richiesta invece avanzata dalla società che organizza il concerto – e di non aver mai operato forme di censura preventiva nei confronti di alcun artista”.

Ipotesi che Salini sottolinea nella sua nota: “In merito all’intervento di Fedez al Concerto del Primo Maggio, Rai3 ha spiegato di non aver mai censurato Fedez né altri artisti né di aver chiesto testi per una censura di qualsiasi tipo. Questo deve essere chiaro, senza equivoci e non accettiamo strumentalizzazioni che possano ledere la dignità aziendale e dei suoi dipendenti”.

“In questi tre anni – aggiunge Salini – ho sempre cercato in tutti i modi di garantire che in Rai fosse assicurata pluralità di voci e di opinioni perché ritengo sia il principale obiettivo della mission di Servizio pubblico. Lo testimonia la nostra programmazione tutti i giorni su tutti i canali televisivi, in radio e su RaiPlay”.

“Ringrazio profondamente tutti gli artisti che ieri si sono esibiti con performance straordinarie studiate appositamente per la Festa del lavoro, che danno lustro al Servizio Pubblico e ci hanno mostrato in modo evidente quanto l’arte sia fondamentale per la rinascita del Paese”, conclude la nota Salini.

Intanto la moglie di Fedez, Chiara Ferragni, sempre su Instagram, ha rilanciato il tema pubblicando delle foto in cui mostra la “faccia fiera di chi sa che qualche ora dopo suo marito avrebbe reso fiera (quasi) tutta Italia con il suo discorso e coraggio”.

L’articolo Fedez contro Rai, l’ad Salini: “Se qualcuno ha parlato di ‘sistema’ mi scuso, sarà fatta luce” proviene da Il Riformista.