• Ven. Ago 6th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Assalto alla gioielleria, terzo fermo dopo i due morti: il titolare ha sparato ai rapinatori

DiRed Viper News Manager

Apr 29, 2021

Due morti, un fermo. Questo il bilancio del tentativo di rapina in una gioielleria di Grinzane Cavour, provincia di Cuneo. Ad aprire il fuoco Mario Roggero, titolare da quarant’anni dell’attività nel piccolo centro. Due degli assalitori sono morti in strada. Il terzo è stato ritrovato in ospedale, ferito. Roggero era stato già vittima di altri episodi, uno nel 2015 molto violento, con pestaggio e sequestro delle figlie impiegate nell’attività.

Il piccolo borgo è a una manciata di chilometri da Alba. Neanche duemila abitanti. Il pomeriggio era tranquillo. Le 18:30 circa. Il Corriere della Sera scrive che gli assalitori sarebbero entrati nell’attività con il volto coperto dalla mascherina. Dietro il bancone la moglie e una delle figlie del proprietario. Fuori una Ford Fiesta bianca ad aspettare. Quando le donne hanno aperto le teche per mostrare i gioielli gli uomini avrebbero tirato fuori la pistola e un coltello. Dopo le urla della moglie è arrivato Roggero. Forse una colluttazione.

Il proprietario 67enne dell’attività ha aperto il fuoco: uno degli assalitori è morto in strada, poco lontano dall’attività, l’altro qualche metro più avanti. Inutili i soccorsi. Il terzo assalitore è riuscito a fuggire ma ferito a una gamba; è stato rintracciato nella notte all’ospedale di Savigliano. Fermato dai carabinieri. Ancora sconosciute le loro generalità. Il Corriere riporta dei virgolettati: potrebbero essere le stesse persone che nel pomeriggio erano state viste in una gastronomia del paese. Accento napoletano, a quanto dicono, “ma magari era un trucco”.

Il gioielliere rischia un’accusa di eccesso colposo in legittima difesa. Era stato colpito da altre due rapine negli anni scorsi. Quella del maggio 2015 molto violenta. Una banda fece irruzione nel locale, Roggero venne picchiato, le due figlie legate e chiuse in bagno. Circa 300mila euro di refurtiva. I responsabili vennero catturati nel giro di sei mesi. Un altro furto nel dicembre 2019. Episodi che avevano provato molto l’uomo e la sua famiglia.

All’ansa.it il racconto del sindaco di Grinzane Gianfranco Garau: “Stavamo preparando i lavori del Consiglio comunale, quando abbiamo sentito gli spari in strada. Mi sono spaventato e sono sceso a controllare. La situazione è ancora confusa. So solo che è stata presa di mira una famiglia onesta e per bene, ora sotto choc. Che pochi anni fa era già stata presa di mira, aggredendo violentemente il titolare, moglie e figlia. Una scena che purtroppo si è ripetuta, ma questa volta i banditi erano armati”.

L’articolo Assalto alla gioielleria, terzo fermo dopo i due morti: il titolare ha sparato ai rapinatori proviene da Il Riformista.