• Sab. Lug 24th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Il Covid cancella la prima processione di San Gennaro di Mimmo Battaglia: “Consentite solo 200 persone nel Duomo”

DiRed Viper News Manager

Apr 27, 2021

Per il terzo anno di fila, la processione di San Gennaro che prevede la traslazione delle reliquie del Santo dal cimitero nell’agro marciano, nel territorio di Fuorigrotta, fino alle Catacombe di Capodimonte, non si terrà. Nel 2019 fu annullata per il maltempo, mentre lo scorso anno – come anche per quello in corso – l’impedimento sono le restrizioni dovute alla pandemia.

Il rito, che tradizionalmente si tiene il sabato che precede la prima domenica di maggio, avrà luogo soltanto con la celebrazione eucaristica nel Duomo di Napoli, con la presenza complessiva di 200 persone. In quell’occasione, ci si attende uno dei tre “miracoli” della liquefazione del sangue del Santo patrono del capoluogo campano.

Niente “processione degli infrascati”, quindi, come viene soprannominata la marcia per la consuetudine dei membri del clero che vi prendono parte di proteggersi dal sole coprendosi il capo con corone di fiori. Ne è memoria la corona in argento che sovrasta il baldacchino che, in pubblico, custodisce la teca con il sangue del Santo.

Un esordio “ridotto” per l’arcivescovo Mimmo Battaglia, che per la prima volta dal suo insediamento nell’Arcidiocesi di Napoli tirerà fuori dalla cassaforte del Duomo la teca con il sangue di San Gennaro. Verrà assistito dall’abate della Cappella, monsignor Vincenzo De Gregorio, mentre alla cerimonia saranno presenti – tra gli altri – il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, il presidente della Giunta regionale Vincenzo De Luca e il parroco del Duomo, monsignor Enzo Papa.

Il tradizionale sventolio del fazzoletto bianco accompagnerà la liquefazione del sangue. Successivamente, l’arcivescovo porterà la teca sul sagrato della Cattedrale, per mostrarla idealmente alla città e benedire tutti i napoletani.

L’articolo Il Covid cancella la prima processione di San Gennaro di Mimmo Battaglia: “Consentite solo 200 persone nel Duomo” proviene da Il Riformista.