• Mer. Lug 28th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Travaglio passa dalla nostra parte, col solenne editoriale in difesa di Ciro Grillo apre la crociata garantista

DiRed Viper News Manager

Apr 22, 2021

Caro Direttore,
stavolta la lettera la mando direttamente a te. Avrei voluto mandarla al mio amico Travaglio, così la faceva leggere anche a Marco Lillo (è importante che a Lillo certe cose siano dette) ma poi ho pensato che tanto lui le mie lettere e le mie interviste non le pubblica mai, e allora le mando direttamente a te. Comunque la lettera che volevo scrivere a Travaglio era una lettera di sperticate lodi. Se le merita, dammi retta, e se posso darti un consiglio è questo: smettila di polemizzare con lui, ormai lui è passato dalla parte nostra, lui sta diventando il vero leader dello schieramento garantista, e questa è una fortuna. Sei scettico, come sempre? Non ci credi? E allora lèggiti non solo quell’articolo splendido di Henry John Woodcock del quale ti parlavo ieri – un capolavoro di difesa dello stato di diritto contro gli attacchi dei giustizialisti – ma soprattutto lèggiti il solenne editoriale scritto ieri di sua mano e penna da Marco Travaglio in persona, in difesa del giovane Ciro Grillo figlio di Beppe.

Caro Sansonetti: tutto da sottoscrivere, dalla prima all’ultima parola, cristallino, liberale, eroico: molto più – non ti offendere – dei tuoi editoriali. Travaglio con il suo stile solito è spietato contro quei giornalisti che usano il sospetto come strumento di lavoro. Che sbattono sul giornale nomi e volti di indiziati che ancora non sono stati condannati fino al terzo grado. Apre una vera e propria crociata garantista, che ha per obiettivi i magistrati dal sospetto allegro e i giornalisti che fanno i velinari e considerano l’accusa più importante della difesa.

E infatti – penso che tu l’abbia notato – Il Fatto è stato l’unico giornale che si è comportato in modo esemplare sul caso Grillo. Mentre tutti i giornaloni (compreso, devo dire con rammarico, il nostro) sbattono in prima pagina le urla di Grillo contro i magistrati e contro quella ragazza che sostiene di essere stata stuprata dal figlio di Grillo, Il Fatto, giustamente, mette la sordina. Un richiamino in prima pagina, piccolo piccolo, e via. È la nuova linea. Vedrai che da oggi in poi il Fatto si comporterà così con tutti. Se dovesse arrivare un avviso di garanzia a Renzi, o a Berlusconi, non sarà certo Il Fatto a dare la notizia. Prudenza, prudenza, rispetto per gli inquisiti. E siccome tutti i giornali ci inzupperebbero il pane, puoi stare certo che il giorno dopo Travaglio si scatenerebbe con la sua polemica tagliente contro la stampa asservita ai Pm.

Direttore, sono contento. Finalmente non siamo più soli. Alla fine il diritto vince sempre, e la ragione. Dammi la possibilità, attraverso il nostro giornale, di mandare un grazie sentito a Marco.

L’articolo Travaglio passa dalla nostra parte, col solenne editoriale in difesa di Ciro Grillo apre la crociata garantista proviene da Il Riformista.