• Sab. Lug 31st, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Cristina uccisa dal Coronavirus a 43 anni, lutto tra gli avvocati: “Virus diabolico, difendeva la la giustizia con lealtà”

DiRed Viper News Manager

Apr 22, 2021

Sette giorni trascorsi nel reparto di terapia intensiva Covid dell’ospedale San Giuseppe Moscati di Avellino, poi il cuore non ha retto. È morto così Cristina Mariconda, avvocato 43enne residente nel piccolo centro irpini di Santa Lucia di Serino, poco più di mille anime sconvolte dal lutto che ha colpito la comunità.

Da due anni Cristina, assieme al marito imprenditore edile, si era trasferita a Serino, uno dei Comuni dell’avellinese più colpiti dalla pandemia di Coronavirus. L’avvocatessa era stata ricoverata al Moscati di Avellino lo scorso 31 marzo dopo aver contratto il virus: col trascorrere dei giorni le sue condizioni di salute non era migliorate, nonostante l’assenza di particolari patologie pregresse.

Il 15 aprile scorso la 43enne era stata quindi trasferita nel reparto di terapia intensiva Covid, fino al decesso.

Tanti i messaggi di cordoglio per la scomparsa dell’avvocato. I colleghi del Movimento Forense Avellino “piangono l’improvvisa scomparsa della Collega Cristina Mariconda e partecipano commossi al dolore della sua famiglia”, si legge in una nota.

A Facebook invece il sindaco di Santa Lucia di Serino, Ottaviano Vistocco, affida il suo messaggio di dolore: “Questo virus diabolico ha cagionato un immenso dolore all’intera Comunità di Santa Lucia di Serino per la perdita della cara Cristina – scrive il primo cittadino -. Una donna ricca di valori e principi sani, sempre determinata ad affermare ed a difendere la giustizia con lealtà e sincerità. Una donna molto legata alla propria famiglia e alla nostra comunità, seguiva sempre con particolare attenzione le vicende del nostro paese. In questo drammatico momento l’Amministrazione Comunale a nome dell’intera comunità esprime la propria vicinanza all’amato marito, alla cara madre, alle adorate sorelle ed a tutti i parenti colpiti da questo grave lutto”.

Anche il profilo di Cristina è stato invaso dai messaggi di cordoglio per una vita spezzata prestissimo dal Covid. “Non doveva andare così”, scrive un utente, mentre una seconda amica la definisce “una donna eccezionale, non dimenticherò mai il tuo sorriso, la tua bontà”.

 

L’articolo Cristina uccisa dal Coronavirus a 43 anni, lutto tra gli avvocati: “Virus diabolico, difendeva la la giustizia con lealtà” proviene da Il Riformista.