• Ven. Ago 6th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Superlega, si avvera la previsione di Maradona: “Mi anticipò tutto, era inferocito”

DiRed Viper News Manager

Apr 20, 2021

Nel dibattito sulla Superlega, sponda nostalgica, si inserisce anche lo storico avvocato di Maradona in Italia Angelo Pisani, che rivela il rapporto del Pibe de Oro con il calcio inteso come business. “Ricordo quando Maradona mi anticipò tutto quello che oggi sta accadendo – afferma il legale – era inferocito per come stavano sfruttando il pallone, lo aveva dichiarato pubblicamente attaccando tutti i poteri forti anche quelli che oggi sembrano vittime di speculazioni ma che invece tramite strategie e accordi faranno digerire a tutti nuove piattaforme del calcio controllate da regie occulte”.

Uno come Maradona, in sintesi, si sarebbe fatto sentire – forte e chiaro – contro il nuovo format. “Tutti sapevamo che dopo Maradona il calcio era finito, sportivi e tifosi intellettualmente onesti, come me, avevano dichiarato che il 25 novembre 2020 era morto il calcio vero, quello che ha fatto battere i cuori e divertire il mondo con Diego Armando Maradona, ma oggi, con la presentazione del business Superlega e l’arroganza dei super debiti di società quotate in borsa, arriva la conferma ufficiale ed internazionale che lo sport più amato del mondo viene sequestrato e violentato per vergognose e discriminatorie speculazioni economiche”.

Non sarebbe andato morbido neanche con Uefa e Fifa, visto il suo rapporto con le istituzioni calcistiche sovranazionali, esasperato quando sulla poltrona di Nyon sedeva Michel Platini e su quella di Zurigo Joseph Blatter. L’argentino non ha in simpatia neanche l’attuale presidente Fifa, Gianni Infantino, che si è espresso in difesa dello status quo ed era stato “traditore” nel 2016 per aver continuato a lavorare “come se nulla fosse accaduto” dopo lo scandalo che travolse il suo predecessore.

“Oggi assistiamo al caos – ricorda Pisani – ma ancora non si è visto nulla di quello che è il progetto e il disegno dei poteri finanziari per fare e disfare, incassare e spendere, organizzare e aggiustare bilanci, non far fallire e sistemare interessi economici. I 12 club più ricchi di debiti d’Europa hanno tolto la maschera e deciso di creare la nuova competizione non per esaltare i valori dello sport ma per discriminazione economica, per soldi che riceverebbero subito dai sistemi finanziari e per gestire in house introiti e potere, per far sì che d’ora in poi una sconfitta sportiva non sia più anche una perdita economica”.

L’articolo Superlega, si avvera la previsione di Maradona: “Mi anticipò tutto, era inferocito” proviene da Il Riformista.