• Lun. Ago 2nd, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Omicidio Maurizio Cerrato, parla la figlia: “A mio padre è stato fatto un agguato, voleva solo difendermi”

DiRed Viper News Manager

Apr 20, 2021

”Ci tengo a precisare che non è corretto dire che mio padre è morto in una lite. A mio padre è stato fatto un agguato in piena regola, solo per difendere me, che ero la luce dei suoi occhi. Mio padre è stato pugnalato e con questa gente non aveva mai avuto a che fare”. Sono le parole di Maria Adriana, figlia di Maurizio Cerrato, il 61enne di Torre Annunziata (Napoli) ammazzato nella serata di lunedì 19 aprile in un piazzale privato di via IV Novembre, nel comune vesuviano.

L’uomo, che lavorava come custode presso gli Scavi archeologici di Pompei, era intervenuto per difendere la figlia nel corso di una lite nata presumibilmente per motivi di parcheggio. Era sceso dall’auto, poco dopo le 21, per andare a comprare cibo da asporto quando proprio alla figlia sarebbero state indirizzate le invettive di chi rivendicava la titolarità di quel posto auto.

Cerrato sarebbe intervenuto per difendere la figlia prima aggredito con un compressore portatile, poi con una coltellata al torace. L’assassino, che potrebbe aver agito non da solo, è attualmente ricercato dai carabinieri della sezione operativa della Compagnia di Torre Annunziata che stanno setacciando le immagini di videosorveglianza presenti nella zona. Il responsabile dell’omicidio sarebbe già stato identificato dai militari dell’Arma ma risulterebbe irreperibile. Gli inquirenti hanno rinvenuto al momento il solo compressore usato durante la violenta lite, mentre non e’ stato ancora recuperato il coltello.

 

 

L’articolo Omicidio Maurizio Cerrato, parla la figlia: “A mio padre è stato fatto un agguato, voleva solo difendermi” proviene da Il Riformista.