• Lun. Giu 14th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Gratteri lascia Catanzaro, in Calabria è già toto-nomi per la poltrona di procuratore: chi è in corsa

DiRed Viper News Manager

Apr 13, 2021

Chi occuperà nel prossimo futuro la poltrona di Nicola Gratteri? Il procuratore capo di Catanzaro, protagonista delle cronache giudiziaria con le sue inchieste show, spesso ‘cassate’ già in sede di Riesame, lascerà presto la Calabria.

Qualunque incarico direttivo dura 8 anni e avendone trascorsi cinque nel capoluogo calabrese, Gratteri ha già iniziato a guardarsi intorno. Ad annunciarlo era stato lo stesso procuratore poche settimane fa, annunciando al Corriere della Sera la volontà di presentare domanda “come procuratore di Milano quando sarà bandito il posto, probabilmente a luglio”, e come “capo della Procura nazionale antimafia”.

Il prossimo 12 novembre infatti andrà in pensione l’attuale capo della procura meneghina, Francesco Greco, alla vigilia del 70esimo compleanno, e Gratteri da procuratore di Catanzaro punta a conquistare una delle poltrone più ambite nel mondo della magistratura, nella procura che negli ultimi decenni ha fatto partire le inchieste più pesanti sulla politica.

Sulla stampa locale calabrese Gratteri, definito “il togato ormai più famoso e amato d’Italia”, oppure “l’eroico dottor Gratteri”, si dà ampio spazio al fantatoga, ovvero a chi prenderà il posto del magistrato. Tra ipotesi quasi di fantascienza, con i nomi di Nino Di Matteo, Catello Maresca o Raffaele Cantone (rispettivamente membro togato del Csm, sostituto procuratore di Napoli e procuratore di Perugia, ndr) trovano spazio anche ipotesi di continuità territoriale.

Così i nomi più ‘papabili’ diventano quelli di Vincenzo Capomolla, attualmente aggiunto di Gratteri, oppure Giovanni Bombardieri, che nell’aprile 2019 era stato ‘inviato’ a guidare la procura di Reggio Calabria. Da quattro anni guida la procura di Paola, Pierpaolo Bruni, anche lui in passato nella Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, in lizza per la poltrona nel capoluogo.

Era a Catanzaro anche un altro ‘candidato’ come Camillo Falvo, ex presidente della Sezione Penale: l’attuale procuratore capo di Vibo Valentia è da meno di due anni però alla guida della procura lametina, forse poco per ambire al posto di Gratteri.

Infine Marisa Manzini, ex sostituto procuratore di Catanzaro e attuale procuratore aggiunto di Cosenza. La decisione finale ovviamente spetterà al plenum del Csm, il Consiglio superiore della magistratura.

L’articolo Gratteri lascia Catanzaro, in Calabria è già toto-nomi per la poltrona di procuratore: chi è in corsa proviene da Il Riformista.