• Dom. Giu 20th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Salvini, sulla Gregoretti “non fu sequestro di persona”: pm chiede non luogo a procedere

DiRed Viper News Manager

Apr 10, 2021

Il fatto non sussiste. A quasi due anni dalla vicenda dello sbarco dei migranti dalla nave Gregoretti, l’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini “non ha violato alcune delle convenzioni internazionali” e “le sue scelte sono state condivide dal Governo”. Nel corso dell’udienza preliminare nell’aula bunker di Catania, il pm Andrea Bonomo, a conclusione del suo intervento in aula davanti al Gup Nunzio Sarpietro, ha ribadito la richiesta di non luogo a procedere nei confronti del segretario della Lega.

La Procura di Catania nella richiesta di archiviazione aveva scritto che “l’attesa di tre giorni non può considerarsi una illegittima privazione della ‘libertà”, visto che le “limitazioni sono proseguite nell’hot spot di Pozzallo” e che “manca un obbligo per lo Stato di uno sbarco immediato”. Inoltre, aveva osservato il pm, “le direttive politiche erano cambiate” e dal 28 novembre il Viminale aveva espresso la volontà di assegnare il Pos (cioè un place of safety, porto d’approdo) e di “farlo in tempi brevi”, giustificando “i tempi amministrativi” per attuare lo sbarco dei migranti “con la volonta’ del ministro Salvini di ottenere una ridistribuzione in sede europea”. Inoltre sulla nave “sono stati garantiti assistenza medica, viveri e beni di prima necessita’” e “lo sbarco immediato di malati e minorenni”.

“Io rivendico con orgoglio quello che abbiamo fatto con i colleghi. Per me la coerenza e la dignità sono dei valori. Io mi assumo, insieme ai colleghi che lavoravano con me, il successo delle politiche di contrasto all’immigrazione clandestina”, aveva detto il leader della Lega, con il suo avvocato Giulia Bongiorno, dopo l’udienza preliminare dello scorso dicembre. “Mai combatterò un avversario politico in un’aula di tribunale, si combattono con le idee. Mi spiace per la quantità di tempo e denaro che gli italiani stanno spendendo, perché qualcuno in Parlamento ha deciso di fare un processo politico”.

Dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, “non mi aspetto complimenti, favori e bugie, mi aspetto la verità. Ha detto più di una volta che ‘io facevo ricollocare, io facevo sbarcare’. Ci sono anche dei video che abbiamo portato in aula. Non dica ‘non ricordo, non ricordo’ come qualcuno oggi”, ha continuato Salvini, aggiungendo che in aula “mi sono limitato a ricordare i numeri. Vado orgoglioso di quello che ho e che abbiamo fatto. I numeri: ridotti del 50% i dispersi nel Mediterraneo e sostanzialmente azzerato, da 83 a 4, i morti. I numeri ci danno ragione. Abbiamo salvato vite, abbiamo rispettato le norme sia italiane che internazionali”. Stilettate e bordate lanciate al governo: sull’alleanza, sul Recovery Fund, sulla gestione dei soldi. “Ritengo improbabile andare a votare a marzo in piena campagna vaccinale”.

L’articolo Salvini, sulla Gregoretti “non fu sequestro di persona”: pm chiede non luogo a procedere proviene da Il Riformista.