• Gio. Giu 24th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Coronavirus, impennata di decessi: sono 718, mai così tanti nel 2021 (ma col ‘trucco’)

Mai così tanti decessi per Covid-19 nel 2021 come nelle ultime 24 ore, ma è un dato ‘col trucco’. È un bollettino drammatico quello pubblicato oggi dal Ministero della Salute sull’andamento epidemiologico del Coronavirus in Italia, che fa segnare ben 718 morti (ieri 487), con un totale che è arrivato a 113.579 vittime da febbraio 2020.

L’ultima volta che in Italia si erano superate le 700 vittime giornaliere era l’11 dicembre scorso, quando furono 761.

Un dato che però è ‘falsato’ dalle comunicazioni della Regione Sicilia. “Il numero dei decessi da ieri non è 718 ma 460 perché la regione Sicilia ha conteggiato oggi dei casi” precedenti, ha spiegato infatti il direttore della prevenzione del ministero della Salute Gianni Rezza, nel corso della conferenza stampa sull’andamento epidemiologico nel Paese. In particolare le 258 vittime siciliane derivano da un ricalcolo effettuato con dati incompleti riferiti a mesi precedenti.

I nuovi casi sono stati invece 18.938 (ieri 17.221), col numero totale (che comprende guariti e decessi) che arriva oggi a quota 3.736.526. Le persone guarite o dimesse sono complessivamente 3.086.586, di cui 26.175 nelle ultime 24 ore.

I tamponi processati, tra antigenici e molecolari, sono invece 362.973, un dato praticamente identico a quello di giovedì. Il tasso di positività risale al 5,2% contro il 4,7% di ieri: vuol dire che su 100 tamponi eseguiti poco più di cinque sono risultati positivi.

Le persone attualmente positive in Italia sono 536.361, in calo di 7.969 unità rispetto a giovedì. Quanto alla pressione sulle strutture ospedaliere, sono 3.603 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid, 60 in meno rispetto a ieri nel saldo giornaliero tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri in rianimazione sono stati 192 (ieri 259). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 28.146 persone, 705 in meno rispetto a ieri.

INDICE RT – Il valore dell’indice di contagio Rt nazionale è passato dallo 0,98 della settimana scorsa allo 0,92 di questa settimana. Il dato nel monitoraggio settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità e del ministero della Salute. Cala anche l’incidenza dei casi ogni 100mila abitanti che arriva a 185 dai 232 della scorsa settimana. Il bollettino dell’emergenza ha fatto registrare ieri 17.221 nuovi casi su 362.162 tamponi, il tasso di positività al 4,7%. I morti riportati 487.

La Sardegna registra il valore più alto 1.54, seguita da Valle d’Aosta (1.39) e Sicilia (1.22). Sono i dati contenuti nella bozza del monitoraggio Iss-Ministero della Salute, al 7 aprile 2021 e relativi alla settimana 29/3/2021-4/4/2021. Nello specifico: Abruzzo 0.89; Basilicata 1.15; Calabria 0.93; Campania 1.19; Emilia-Romagna 0.81; FVG 0.79; Lazio 0.9; Liguria 1.19; Lombardia 0.85; Marche 0.86; Molise 0.81; Piemonte 0.9; PA Bolzano 0.91; PA Trento 0.86; Puglia 1.06; Sardegna 1.54; Sicilia 1.22; Toscana 1.02; Umbria 0.97; Valle d’Aosta 1.39; Veneto 0.96.

L’articolo Coronavirus, impennata di decessi: sono 718, mai così tanti nel 2021 (ma col ‘trucco’) proviene da Il Riformista.