• Gio. Giu 17th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Furto nel bene confiscato 100 Moggi, parte la raccolta fondi: “Un percorso sociale che va difeso dai tentativi di sopraffazione del crimine”

Parte la raccolta di fondi solidale voluta da LESS Cooperativa Sociale ar.l. Ets a favore di Apeiron cooperativa sociale, per il furto di un generatore elettrico del valore 70mila euro subito presso il bene confiscato 100 MOGGI a Pignataro Maggiore.

“Con questo furto si vuole spegnere un percorso sociale virtuoso che può generare lavoro e sviluppo sostenibile nel territorio. Un modello che va difeso dai tentativi di sopraffazione e di speculazione economica delle mafie e del crimine – spiega Giulio Riccio, direttore di LESS Cooperativa Sociale – Un attacco criminale che cerca di fermare la crescita di un progetto finalizzato allo sviluppo del territorio e alla promozione della cultura della legalità. 100 MOGGI é il progetto di economia sociale comunitaria, su cui intendiamo investire risorse ed energie nei prossimi mesi, a sostegno di Apeiron e della comunità di Pignataro e della provincia di Caserta”.

“Il lavoro della cooperativa Apeiron nel bene confiscato 100 Moggi è un percorso sociale virtuoso che può generare lavoro e sviluppo sostenibile nel territorio – aggiunge Daniela Fiore, presidente di LESS – Un modello che va difeso dai tentativi di sopraffazione e di speculazione economica delle mafie e del crimine, tra loro strettamente collegati. Ci aspettiamo una posizione chiara di condanna di quanto accaduto, da parte delle istituzioni, ci aspettiamo un concreto sostegno”.

Il ricavato della raccolta fondi sarà utile per l’acquisto di un nuovo generatore. Le donazioni possono essere effettuate tramite bonifico sia dall’Italia sia dall’Estero usando le seguenti coordinate bancarie: Banca Etica Iban IT 37 Q 05018 03400 000011553963 intestato a LESS COOP. SOCIALE ARL ETS

L’articolo Furto nel bene confiscato 100 Moggi, parte la raccolta fondi: “Un percorso sociale che va difeso dai tentativi di sopraffazione del crimine” proviene da Il Riformista.