• Lun. Giu 14th, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

Sequestrata, narcotizzata, violentata e vittima di revenge porn: salvata dai carabinieri dopo gli abusi

Vittima due volte dello stesso aguzzino, che l’aveva sequestrata, narcotizzata e stuprata. È la storia di violenza che arriva da Brugherio, in provincia di Monza-Brianza, dove i carabinieri hanno tratto in arresto un 46enne con l’accusa di sequestro di persona, violenza sessuale e revenge porn nei confronti di una donna sua coetanea.

La vicenda ha inizio nei giorni scorsi nella cittadina della Brianza, da una chiamata al 118 di una donna che accusa un malore dovuto a una intossicazione per una cospicua assunzione di farmaci e calmanti. La vittima, visitata al pronto soccorso dell’ospedale San Gerardo di Monza da dove è stata poi dimessa con una prognosi di pochi giorni, racconta ai militari gli episodi di abusi e violenze subiti da parte del 46enne. Farmaci narcotizzanti, violenze e la videoripresa di rapporti sessuali con il 46enne, conosciuto da poco più di un mese.

Nei confronti del 46enne sono quindi scattate le manette sulla scorta di quanto raccolto dalle dichiarazioni della donna e dalla segnalazione di un cittadino insospettito dai rumori provenienti da quell’appartamento. I carabinieri della stazione di Brugherio hanno bussato all’abitazione trovando la donna completamente stordita dai farmaci, impossibilitata a muoversi, dopo avere subito poco prima una violenza sessuale. I militari hanno arrestato l’uomo, mentre la donna è stata portata all’ospedale Mangiagalli di Milano.

Indagini lampo hanno quindi appurato che la vittima era tornata nell’appartamento dell’uomo per chiedergli di non diffondere un filmato che la ritraeva dal contenuto esplicitamente sessuale e una volta dentro l’abitazione è rimasta nuovamente vittima del 46enne, che dopo averla narcotizzata ha nuovamente approfittato di lei.

Nell’abitazione dell’uomo sono state sequestrati anche corde manette e collari a uso erotico. Nei confronti del 46enne è stata notificata anche un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per maltrattamenti e violenza sessuale in seguito alla denuncia presentata dalla ex moglie anche lei vittima di violenze psicologiche, fisiche e di revenge porn con diffusione di materiale sessuale.

L’articolo Sequestrata, narcotizzata, violentata e vittima di revenge porn: salvata dai carabinieri dopo gli abusi proviene da Il Riformista.