• Lun. Giu 21st, 2021

Red Viper News

L'aggregatore di notizie di Red VIper

“Quale festa? Solo una cena, come sempre”, lady Dybala e il pasticcio in casa Juventus

Non si placa la bufera sul presunto festino dei giocatori della Juventus. Weston McKennie, Arthur Melo e Paulo Dybala sono stati trovati e multati dai carabinieri in casa del primo, a Torino, oltre l’orario limite del coprifuoco, alle 22:00, mercoledì scorso, durante quella che loro definiscono una cena ma che i giornali raccontano come un festino. Con fidanzate e amici, secondo alcune indiscrezioni anche con altri calciatori della Juventus. Al momento non sono trapelati altri nomi. Furiosa la società: i tre calciatori saranno multati, con una sanzione pecuniaria, e non saranno convocati per il derby di sabato sera in casa del Torino.

Una ventina di persone, non dieci, secondo il vicino di casa che ha chiamato i carabinieri per i rumori che provenivano dalla villa intorno alle 23:30. O almeno questo è quello che l’uomo, tifoso della Juventus, ha raccontato al Corriere della Sera. “Non credo che essere un calciatore famoso dia il diritto di essere sopra le regole – ha detto al quotidiano – Verso le 22:30 sono uscito a portare a spasso il cane, ho visto una fila di auto parcheggiate a bordo strada e un gruppo di persone, tutte senza mascherina, di fronte al cancello. C’erano Mercedes con targa spagnola, tante Jeep e poi sono arrivati diversi taxi con a bordo giovani ragazze. Visto che le cene tra amici non sono consentite e il coprifuoco era scattato da un pezzo, ho deciso di avvertire le forze dell’ordine”.

Secondo lo stesso uomo in casa del centrocampista americano c’erano più di dieci persone. Una vera e propria bufera in casa Juventus: i bianconeri attraversano un momento delicato della stagione, dopo il ko in casa con il Benevento e l’eliminazione dalla Champions League, il club è alle prese con diversi infortunati e le positività al covid dei difensori Leonardo Bonucci e Merih Demiral. La società è furiosa.

A buttare benzina sul fuoco le parole, alla trasmissione argentina LAM sul canale eltrece, della fidanzata dell’attaccante Paulo Dybala (protagonista di una stagione deludente, anche a causa degli infortuni, il calciatore non è mai entrato in forma; l’anno scorso è risultato anche positivo al coronavirus), Oriana Sabatini. “Non era una festa clandestina. Il mio ragazzo si è unito agli altri per una cena. Come vari altri mercoledì, non so se tutti i mercoledì ma comunque tutte le settimane, si riuniscono sempre gli stessi. E non erano dieci persone come ho letto. È falso che erano in venti o con tutte le famiglie come ho letto. Penso che si voglia creare delle polemiche per ogni cosa che succede nel mondo del calcio. La verità è che non so nemmeno come abbiano scoperto di trovarsi insieme per mangiare“.

Il punto è che, secondo quanto riportato dalle FAQ del governo, in Zona Rossa “gli spostamenti per far visita ad amici o parenti autosufficienti e, in generale, tutti gli spostamenti verso abitazioni private abitate diverse dalla propria non dovuti a motivi di lavoro, necessità o salute sono invece vietati fino al 2 aprile e nella giornata del 6 aprile 2021”. Il Piemonte è Zona Rossa. Non esiste alcun discrimine tra una semplice cena e una festa in questo senso. Secondo La Stampa i carabinieri avrebbero aspettato circa un’ora prima che venisse aperta la porta della villa.

La cantante e attrice e showgirl, molto nota in Argentina, oltre cinque milioni di follower su Instagram, 24enne, non era presente alla festa. Non era al corrente delle multe, ha detto nell’intervista. “Penso che si voglia creare delle polemiche per ogni cosa che succede nel mondo del calcio. La verità è che non so nemmeno come abbiano scoperto che si siano trovati insieme per mangiare”. La segnalazione del vicino, a quanto pare. Dybala stesso, ieri in alcune storie Instagram, si era comunque scusato per la vicenda. “So che in un momento così difficile per il mondo sarebbe stato meglio non sbagliare, ma ho sbagliato a rimanere a cena fuori. Non era una festa, ma ho sbagliato lo stesso e mi scuso”.

L’articolo “Quale festa? Solo una cena, come sempre”, lady Dybala e il pasticcio in casa Juventus proviene da Il Riformista.